VARA 2019: fuochi d’artificio, ma in subappalto. Da Messina a Palermo il marchio di fabbrica.

Messina, 15 agosto 2019

Non sono farina del sacco messinese i fuochi d’artificio che stasera alle 23.00 allieteranno la serata ferragostana del dopo Vara. Dopo la tradizione messinese dello spettacolo pirotecnico dal Forte San Salvatore, detenuto dalla ditta ARIGO’ con grandi performance, fin dal 2007 e regolarmente pagato dalla Caronte & Tourist, la compagnia di bandiera dello Stretto di Messina ha deciso quest’anno di affidarla alla ditta Ferlazzo di Messina. Fin qui tutto bene, anche perché l’impegno di denaro di circa 17 mila euro l’anno scorso, sarebbe rimasto un fatto di economia messinese. Ma inspiegabilmente la ditta Ferlazzo ha deciso di affidare in subappalto i fuochi pirotecnici dalla Madonnina del Porto alla ditta La Rosa di Bagheria. Così i fuochi messinesi sono diventati palermitani e con un costo che dovrà coprire due ditte invece di una.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: