La Sicilia in tempo reale

 

CatenoX De Luca torna “sceriffo”: il lockdown che fa “bene” alle sue dirette

CatenoX De Luca torna “sceriffo”:

il lockdown che fa “bene” alle sue dirette

 

10 gennaio 2021

“Resta a casa, dove cazzo vai?”, questo era il tormentone della prima ondata, quello finito su tutte le pagine dei giornali anche internazionali che ha fatto sorridere, da una parte, e indignare dall’altra, l’opinione pubblica. Ma ecco che ci risiamo: da mezzanotte di oggi il Sindaco Cateno De Luca, dopo le sue settimane bucoliche a Fiumedinisi, mentre l’epidemia incalzava, da stasera è pronto a “ridare battaglia” (ma a chi?) e a ritornare “comandante in capo” (ma perché non farlo prima?) per dirigere le operazioni di controlli che magari dovevano essere predisposti con regolarità a suo tempo per scongiurare oggi questa chiusura economicamente devastante ed inopportuna per la città di Messina.

Ecco che il Trump messinese (addirittura dirà qualcuno) ritorna sul piccolissimo schermo delle dirette dal COC. Speriamo, però, per questa volta, per non nuovamente cazziare, urlare, sfoggiare i regali delle attività di ristorazione che a turno portano i propri “ringraziamenti” culinari al “salvatore della città”, ma per davvero far si che sia un lockdown vero, puro e duro.

Dopo un anno di difficoltà, di vittime e di paura ed incertezza, Messina da domani ripiomba nel silenzio delle strade isolate e delle file ai supermercati, e sperando che De Luca non ritenga di renderle nuovamente impossibili restringendone gli orari.

Si restaura così quell’ecosistema che più piace a chi vuol parlare da solo e senza contradittorio in un’operazione mediatica che potrà nuovamente porre il nostro sindaco sul palco della città in un monologo continuo per tre settimane, che saremo costretti a vedere e sentire, anche perché dovremo stare in casa. Altra soluzione, dopo che sono fuggiti i buoi, purtroppo non c’è.

Speriamo solo che, sulla scorta della passata esperienza, siano settimane costruttive e che possano mettere una parola fine ad una pandemia, sfuggita di mano a Messina, che sta isolando anche la politica, sempre più muta in città. Tre settimane di nuovo silenzio e di dirette facebook e tv del Sindaco, con l’occhio puntato al numero degli spettatori ed ai followers. Un’occasione speciale per poter recuperare i consensi perduti. Con la promessa, fatta stamattina, di voler ricandidarsi a Messina e di non aver nessuna intenzione di concorrere alle elezioni regionali in qualità di aspirante presidente. Probabilmente i numeri non sono al momento promettenti…

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: