La Sicilia in tempo reale

 

Bilancio – Consigliere La Fauci: “Verità doverosa: nulla si è bloccato. Family Card continua normalmente. Sindaco si dimetta tranquillamente”

Bilancio – Consigliere La Fauci: “Verità doverosa: nulla si è bloccato. Family Card continua normalmente. Sindaco si dimetta tranquillamente”

30 gennaio 2021

Le bugie hanno le gambe corte. Non ho nessuna intenzione di rispondere alle accuse personali che il sindaco De Luca ha lanciato a me e a tutto il Consiglio Comunale. Sottolineo solo che sentire parlare di “garbo istituzionale” da parte di chi non ha mai avuto rispetto dei ruoli e delle persone mi fa davvero sorridere.

La cosa a cui tengo, invece, è la verità. Il Consiglio Comunale non ha bloccato nulla. La strategia del sindaco di spostare l’attenzione e creare odio nei nostri confronti non deve funzionare, deve essere detta la verità.
Quello che è accaduto in consiglio è chiaro e lineare: nella seduta riguardante il previsionale di bilancio sono stati presentati 17 emendamenti (13 del consiglio e 4 dell’amministrazione), a nostro parere migliorativi rispetto al documento originale.
I temi presenti negli emendamenti riguardavano: l’assistenza domiciliare ai ragazzi disabili, il decentramento (che il sindaco non ha ancora applicato nonostante la legge parli chiaramente) e servizi per il miglioramento delle comunicazioni cittadine. Tutte misure, quindi, di valenza per la città.
Si era deciso di rinviare il Consiglio, per studiare e votare questi emendamenti, a lunedì pomeriggio dato che lunedì mattina erano già fissate delle commissioni. L’orario pomeridiano non è stato accettato da due colleghi capigruppo – già citati da De Luca – e per questo motivo si è deciso di rinviare a martedì mattina. Nessuna voglia di bloccare nulla, ma di studiare e lavorare.
La questione della Family Card è davvero una mossa subdola da parte del sindaco. Non viene bloccato nulla! I soldi previsti per questo mese sono erogati, quelli per i mesi successivi verranno riattivati nella giornata di martedì invece che in quella di lunedì. Non viene cancellato nulla, e il piccolo rinvio è dovuto – come detto prima – per poter studiare e votare le migliorie proposte.
Il tempo delle bugie è finito. Della manipolazione della verità per creare il nemico giusto su cui scaricare le colpe è finito.
Il sindaco dice che non c’è più possibilità che resti in carica: benissimo! Ne prendiamo atto, ma deve aggiungere che è una sua scelta personale per la quale deve prendersi le responsabilità delle conseguenze. Il luogo comune che “il consiglio non fa nulla” ci ha stancato a tutti. Anche in questa circostanza, infatti, noi abbiamo pensato alla comunità.
Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: