La Sicilia in tempo reale

 

Il COVID ed i giovani “in perfette condizioni”, tanti casi gravi a Catania. Il caso del runner Giustolisi

Sarebbero tanti i casi di giovani affetti da Covid e trasportati in ospedale a Catania. Una notizia che cambia il modo con il quale è stato psicologicamente affrontato il virus fino ad oggi. La prova che il Coronavirus, come abbiamo cominciato a conoscerlo fin da gennaio di quest’anno maledetto, ha cambiato il tiro e che non colpisce ed uccide solo anziani e “con patologie pregresse”, la conferma che le misure anti contagio devono essere applicate con maggiore inflessibilità e cautela e che interessano anche i giovani.

Così dopo la morte di Samuel Garozzo, catanese, 29 anni, che ha scosso l’opinione pubblica. Samuel dicono i medici era in perfette condizioni di salute: “senza alcuna patologia”, ribadiscono. Così come il runner catanese Maurizio Giustolisi, che versa in gravi condizioni e per il quale c’è la corsa al reperimento del plasma necessario per curarlo. Giovani gravissimi che si recano in ospedale con un senso di affaticamento e peso al petto “soprattutto quando camminano” e che nel giro di poche ore si aggravano sviluppando la polmonite bilaterale.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: