a

La Sicilia in tempo reale

 

DPCM – “Mi preoccupano le polemiche di chi soffia sul fuoco”, dice Lamorgese

Qualcuno sta approfittando del malcontento generato dalla crisi Covid “per soffiare sul fuoco” invece di prendere le distanze dalla violenza. È preoccupata il ministro del’Interno Luciana Lamorgese che, in un’intervista a Repubblica, parla delle responsabilità di chi alimenta le polemiche e lancia un appello alla coesione nazionale.

“È un momento molto difficile” dice, “mi preoccupano le polemiche di chi soffia sul fuoco e in qualche modo non prende le distanze in modo netto dagli atti di vandalismo e dalle violenze contro le forze di polizie che abbiamo visto a Napoli, Roma, Torino e Milano. Questo è il tempo della coesione sociale che si attua anche stringendosi intorno alle istituzioni democratiche”. 

La preoccupazione della titolare del Viminale riguarda anche il fatto che “c’è tra i più giovani una disposizione alla violenza e al non rispetto di alcuna regola di convivenza democratica che ci deve far riflettere anche in termini di azioni preventive”.

Un fenomeno, dice, “emerso in particolare a Milano e Torino nelle cui periferie vivono molti stranieri di seconda e terza generazione che, insieme a coetanei italiani, hanno anche saccheggiato i negozi”.

Il timore, aggiunge, “è che legittime manifestazioni di dissenso siano state sfruttate e infiltrate in alcuni casi da frange violente ed estremiste che nulla hanno a che vedere con le rivendicazioni della categoria economiche colpite dalla crisi”.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: