La Sicilia in tempo reale

 

Gli ex autisti interinali di ATM in Liquidazione, replicano alle dichiarazioni del Presidente di ATM S.P.A. 

NOTA STAMPA EX AUTISTI INTERINALISTI ATM
In esito alle dichiarazioni apparse sulla stampa cittadina, su presunte promesse e speculazioni a fini propagandistici  circolate da parte di un sindacalista atte a creare false illusioni, circa rassicurazioni date, su corsie preferenziali per i cosiddetti contrattisti interinali nei bandi di concorso che l’Azienda si è apprestata a pubblicare, dove notiamo una differenza di punteggio nel apprendistato under 30, dove vengono assegnati un punteggio superiore al bando over 30 dove i punteggi variano di 10 punti, specie nella residenza, non comprendiamo il senso.
Si rende necessario, da parte nostra intanto, smentire categoricamente, che le dichiarazioni del Presidente Campagna non trovano riscontro nella nostra martoriata realtà, poiché tutto ciò non è  mai avvenuto in questo contesto, da parte di nessun sindacalista, interessato alla vertenza.
Riteniamo tuttavia, di sfruttare l’occasione per precisare ciò che invece, nostro malgrado, non è accaduto, trovando illusorio e speculativo ai nostri danni, l’interruzione del percorso stabilito il 24 luglio scorso con Azienda,  Amministrazione Comunale e Sindacati, il quale per motivi ad oggi del tutto a noi sconosciuti, non è stato più portato avanti, anzi, non è mai stato intrapreso, poiché nessun tavolo tecnico è stato convocato da allora dal Presidente Campagna, in esito agli accordi prestabiliti, riguardanti in primo luogo, l’assunzione di autisti a tempo determinato per fronteggiare l’emergenza sanitaria in vista della riapertura delle scuole, che oggi avrebbe visto la propria valenza ed efficacia anche alla luce delle nuove direttive nazionali emanate dal Governo inerenti il trasporto pubblico, le quali prevedendo che bordo degli autobus, non si può superare la capienza massima dell’80% dei posti a sedere.
Vogliamo inoltre sottolineare a tal proposito che, il Presidente Campagna, ha dichiarato che non aveva nulla in contrario ad effettuare chiamate dirette anche attraverso lo strumento delle agenzie interinali, ma allo stesso tempo non si è neanche attivato per raccogliere e formalizzare la dovuta documentazione necessaria, per avanzare richiesta all’Amministrazione Comunale per la variazione del contratto d’esercizio, in modo che la stessa, potesse inviare la delibera in Consiglio Comunale, per la votazione inerente la copertura economica.
Oggi però riscontriamo e continuiamo a riscontrare con grande rammarico, la grave carenza di personale in piena emergenza sanitaria, registrando più di trenta turni di straordinario assegnati giornalmente dall’Azienda che, minano e compromettono la sicurezza degli stessi autisti e dell’utenza che usufruisce del servizio di trasporto pubblico urbano.
Ne tantomeno, sono stati convocati, da parte del Presidente Campagna, tavoli tecnici, come da accordi, circa il confronto con le parti sociali, sui bandi atti a rimpinguare il personale in atto mancante.
A tutto ciò assistiamo sconcertati ad una impressionate gestione unilaterale dell’Azienda, la quale ad oggi ha letteralmente disatteso accordi e programmazione, nonostante essi siano stati assunti in sede Istituzionale.
Il presidente Campagna non ha voluto richiedere i fonti istanziati dallo Stato per il covid-19.  Bocciando un qualcosa che gli era stato già proposto il 24 luglio scorso e messo a verbale da tutte le sigle sindacali. La preoccupazione oggi di molti di noi è che il bando pubblicato il 16 ottobre scorso subisca dei rallentamenti a causa della pandemia, poiché anche alla luce delle dichiarazioni del sindaco Cateno De Luca, si potrebbe attingere ad autobus e autisti privati per poter compensare la carenza in atto.
Il presidente Campagna di ATM S.p.A. ha sempre detto di voler risparmiare su tutto e tutti, però così facendo, attingendo da autisti e autobus privati, si andrebbe a sperperare enormi risorse economiche, mentre il tutto poteva essere evitato avendo a disposizione 45 autisti già formati che potrebbero benissimo coprire già da subito innumerevoli ore di straordinario, attraverso le già concordate chiamate dirette a tempo determinato.
Continuiamo a considerarci vittime di una volontà politica e sindacale malata, inefficace e compromessa, poco funzionale alla gestione e alle reali esigenze strategiche, programmatiche aziendali e occupazionali, che in atto servono da mettere in campo.
Tutto ciò però, viene sminuito ad arte, da parte del Presidente Campagna attraverso la propaganda, il quale, inscena pettegolezzi, caroselli e manfrine da paese, per nascondere e depistare le vere e gravi problematiche dell’Azienza che in atto rappresenta.
Rammaricati da tali commedie dall’effetto prettamente scenico che da anni si susseguono a discapito della risoluzione delle problematiche summenzionate, continuiamo a subire insieme alle nostre famiglie la mancanza di lavoro, dopo aver maturato anni di esperienza come precari, durante i quali abbiamo sempre svolto con grande professionalità e passione il nostro dovere senza mai risparmiarci e lottato con dignità al fine di un’agognata sistemazione.

Non vogliamo, e né abbiamo voluto o richiesto, corsie preferenziali a nessuno! Né tantomeno, qualcuno c’è li ha mai prospettate! Ci aspettavamo, e saremmo stati grati, di un giusto, doveroso e legittimo riconoscimento, nelle more delle normative e delle leggi vigenti, come peraltro previsto, attraverso il compimento di quel percorso stabilito il 24 luglio scorso davanti allo stesso Presidente Campagna, all’allora Vice Sindaco Mondello, all’Avv. Gallo allora componente del CdA ATM SpA, nonché oggi Assessore con delega al trasporto pubblico, al Presidente del Consiglio Comunale Cardile e tutti i Sindacati al completo, questo ci aspettavamo! Ma siamo rimasti, questa volta sì, Illusi! Ma non dallo spettro di un sindacalista senza nome, ma dall’ipocrisia dei personaggi di questo ormai noto fantomatico teatrino.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: