Viviana Parisi: il DNA sui vestiti potrebbe essere deteriorato.

Si apprende che secondo il medico legale, Elvira Ventura Spagnolo, il DNA estratto dagli abiti che indossava Viviana Parisi al momento della morte “potrebbe essere deteriorato in quanto intriso da materiale putrefatto”. E’ quanto emerge dopo l’esame degli abiti da parte del medico legale incaricato dalla Procura di Patti effettuato ieri pomeriggio a Palermo. “Abbiamo fatto dei prelievi – ha spiegato il medico legale all’Adnkronos – al fine di effettuare delle successive indagini di carattere genetico-forense. Quindi l’estrazione di Dna per capire intanto la tipologia di materiale presente sull’indumento. E a quel punto viene individuato se si tratta di materiale di natura umana e si estrae il Dna”. “Bisogna considerare che essendo un indumento indossato da un cadavere in avanzato stato di putrefazione può essere intriso di materiali putrefattivi e quindi il Dna può essere deteriorato, dunque non necessariamente la sua estrazione può essere agevole”.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: