Vara 2020: le precisazioni del Gruppo Storico. Ma l’invito di Vocedipopolo è che si ritrovi la coesione

Il Gruppo Storico Vara Messina scrive al nostro giornale asserendo che staremmo nascondendo “la verità” circa i fatti storici della Vara di Messina . Ma quale verità ci chiediamo? “Lei non può scrivere di gente venuta ieri nel comitato storico Vara, scrive Alberto Molonia in un messaggio che poco ha di comunicato stampa ai fini di un chiarimento della propria posizione e del proprio pensiero, non è esatto corregga , lei lo sa non nasconda la verità per compiacere chi non merita”. Ma, ribadiamo, di quale verità si sta parlando? Ma la Vara non è “di tutto il popolo messinese”? Non è sempre stato detto che è l’unico evento che in quel giorno unisce, appunto, tutti in una sola fede? Non sembra sia più così visto quanto scrive il Gruppo Storico che ha scisso, costituendosi ufficialmente e legalmente un gruppo che si discosta e prende le distanze, non è ancora chiaro perché, dal Comitato spontaneo che per anni, in comunione e collaborazione con tutti gli attori della manifestazione, ha organizzato l’evento messinese, contribuendo per la propria parte. Parliamo di una “scissione” che vede contrapposti oggi il Gruppo Storico Vara, con Molonia, Celona, Forami, unitamente ai tiratori della macchina votiva da un lato ed il Comitato Vara composto da Nino Di Bernardo, Franz Riccobono, Marco Grassi. Insomma una divisione che è emersa in tutta la sua gravità in conseguenza anche dell’ultima Commissione Cultura dove lo scontro tra Comitato ed assessori Caruso e Minutoli è divenuto particolarmente forte e con toni troppo alti.

Ma torniamo al chiarimento richiesto dal Gruppo “ufficialmente costituito”: “Sentiamo la necessita di replicare, scrive Alberto Molonia, o meglio precisare alcune cose che sono state riportate con diversi articoli ed anche video intervista. Il Gruppo Storico Vara Messina ad oggi é l’unico organo costituitosi e riconosciuto legalmente ad avere la giusta competenza per collaborare e mettere a servizio del Comune Messina (che ricordiamo essere l’unico ente preposto all’organizzazione della manifestazione, come dallo stesso precisato con un comunicato stampa pochi giorni fa) le proprie proposte ed idee, anche innovative, affinché si possa arrivare ad una buona riuscita della processione della Vara. Dispiace che negli articoli in questione ed anche qualche intervista video tra elogi e racconti di gesta eroiche da parte di persone venute ieri circa nel 2005 per interessi solo loro personali senza devozione si vantano di essere i custodi della Vara ma di cosa sono custodi? Che si vantano di medaglie medagliette quadri importanti gente illustre artisti attori cantanti parla di restauri di questo e di quello solo per mettersi in mostra ed in evidenza loro non sono devoti e preciso che non sono neanche messinesi originali ma questo ha poca importanza allora mi viene da pensare se loro sono eroi I TIRATORI TUTTI INDISTINTAMENTE SONO SUPEREROI”.  “Lei Dottore Bevacqua, continua Molonia, parla del comitato Vara spontaneo fondato molti anni fa da persone che loro non hanno neanche conosciuto quelli si che erano dei grandi sapevano di cosa parlavano ne cito uno per tutti nostro fratello LUCIANO TRINGALI mancato improvvisamente 22 anni fa. Corre L’OBBLIGO PRECISARE  al suo intervistato componente del suddetto comitato che si è permesso di DIRE che noi abbiamo fatto il GRUPPO STORICO VARA MESSINA perché incoraggiati o consigliati dai signori Caruso e Principato che le ha detto delle grandi menzogne anche perché lo avevamo deciso da tempo e quando noi ci siamo costituiti il signor Caruso non era neanche Assessore poi gli effetti pandemici del covid 19 hanno fatto saltare tutte le date di presentazione che avevamo previsto quindi non credo sia necessario fare delle false affermazioni. Ebbene noi siamo il popolo della Vara gente umile non ci diamo tutte queste manie di grandezza la Madonnina vuole fede umiltà rispetto devozione che gli si chieda la grazia ad essere migliori e quindi che lei si dimentichi di chi REALMENTE da oltre cinquant’anni con la propria esperienza e competenza si occupa della festa in tutto e per tutto dalle condizioni di restauro miglioramenti cambiamenti innovazioni tradizioni dimenticate non più fatte da riportare in vita e quindi non mi sembra giusto ad onor del vero che la nostra storia venga cancellata in un battibaleno da un suo articolo non mi sembra corretto”.

“NOI la VARA, continua Molonia,  la tiriamo gli diamo la vita non come questi signori che parlano e non hanno poggiato mai una mano per fare una tirata non sono a piedi scalzi ma con le scarpe e non hanno mai chiesto una grazia alla Madonna non gli BRUCIA IL CUORE COME GLI UMILI TIRATORI. Loro cercano foto interviste e complimenti ed alla fine si mangiano pure la granita senza che hanno fatto niente. Mentre noi Gruppo Storico Vara Messina ci occupiamo di tutte le manovre di VOGATA che interessano la processione, sin dalla legatura delle corde che si fa alle 6 del mattino del 15 agosto alla partenza, alla delicata virata, fino all’arrivo in Piazza Duomo affinchè tutto possa riuscire perfettamente con la Grazia della Madre Assunta. Come precisato già diverse volte ricordiamo che ogni componente del gruppo vogliamo ricordare indosserà una casacca gialla con ricamato il proprio nome e cognome affinché si possa essere riconosciuti per qualsivoglia problematica che si possa presentare durante la processione. La buona riuscita della processione è di sicuro dovuta ad uno sforzo da parte di tutto il popolo della Vara, il Gruppo Storico Vara Messina sa che la propria esperienza  è importante ma allo stesso modo invita tutti a non dimenticare che se ogni anno a Messina il 15 agosto si compie un autentico prodigio è solo merito della nostra Madre Assunta che ci da la forza di affrontare l’intera processione per omaggiarla ed esprimerle il nostro amore anche attraverso questa grande manifestazione di fede che è la processione della Vara! VIVA MARIA!”.

Fin qui il comunicato che, come nostra abitudine, pubblichiamo integralmente, non senza però fare anche noi alcuni chiarimenti: Vocedipopolo conosce e segue la Vara di Messina, documentandola, da molti anni, e pertanto costituisce per noi sofferenza, come abbiamo già detto, rilevare e riportare di quanto sta accadendo, ciò perché, pensiamo, sarebbe auspicabile che si ritrovi quella unità di intenti e collaborazione che ha da sempre reso possibile la Vara, dalla raccolta di fondi necessari, tra il Comune, che non può certo coprire l’intero costo della manifestazione, fino agli sponsor che la sostengono quasi interamente, ed i tiratori, capi corda e le bandiere che ne rendono possibile lo svolgimento.

Ognuno in questi secoli ha di certo fatto la sua parte, prova ne sia che la Vara è sempre andata a buon fine e si è svolta, tranne per eventi storici enormi come il terremoto del 1908 ed oggi per il Covid. Non fa bene alla manifestazione, secondo noi, quanto sta accadendo. Dunque ci auguriamo che ogni divisione ed incomprensione si ripiani, garantendo la nostra disponibilità, come è sempre stato, a dare voce a tutte le parti coinvolte.

In secondo luogo vorremmo sottolineare che proprio perché siamo sempre stati pronti a permettere per nostro tramite e nel nostro piccolo, a dare la possibilità di far sentire la propria voce, non ci è certo piaciuto essere coinvolti in prima persona ed invitati a “correggere” ciò che è detto da altri, e che non, dunque, non lo potremmo mai fare, visto che abbiamo fatto semplicemente il nostro lavoro. Ciò soprattutto vista la nostra storia fatta, da sempre, di vicinanza a tutto il “popolo della Vara”, noi si, nessuno escluso, ed anche in momenti in cui si è detto ed insinuato di tutto e di più per far male a questa manifestazione religiosa e popolare.

Ribadiamo quindi in ultimo: la nostra speranza ed il nostro invito è che tutto si ricomponga grazie alla fede nella Madonna e che, come sempre, la Vara che quest’anno non è potuta partire, ritorni a giungere in piazza Duomo dal prossimo anno, con il solito trasporto che merita il lavoro di tutti coloro che la rendono possibile. Viva Maria!

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: