Non chiarisce l’autopsia sul corpo di Viviana Parisi. Necessari altri accertamenti

Elvira Ventura Spagnolo, il medico legale che ha eseguito nel pomeriggio di oggi,all’ospedalePapardo, l’esame autoptico sulla salma di Viviana Parisi, gela le aspettative degli inquirenti. L’autopsia infatti non chiarisce la dinamica e le cause della morte: in avanzato stato di decomposizione il corpo della povera donna, troppo per poter avere una visione chiara del come sia deceduta. Su Viviana Parisi sono state riscontrate molteplici fratture, un buco in una caviglia ed escoriazioni e lesioni che potrebbero essere riconducibili a bruciature, ma lo stato in cui è stato ritrovato il corpo non permette di giungere a conclusioni certe. Così saranno necessari ulteriori esami come quello tossicologico, genetico ed istologico, ovvero esami più approfonditi e che vanno ben oltre l’esame autoptico. Insomma i dubbi restano tutti: caduta accidentale, suicidio, omicidio. Intanto la Procura di Patti, come già si è appreso oggi, ha aperto un’inchiesta per omicidio e sequestro di persona a carico di ignoti, un indizio chiaro di come siano aperte tutte le possibili strade sulla morte della donna. Intanto continuano a ritmo serrato le ricerche del piccolo Gioele, ma senza che l’autopsia, chiarendo le cause della morte della madre, potessero indirizzare meglio le forze dell’ordine impegnate nelle ricerche.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: