a

La Sicilia in tempo reale

 

Morto di Covid Bruno Ficili, il prof che mobilitò Muhammad Alì per la pace nel mondo

E’ morto ad 84 anni per le complicazioni repiratorie dovute al Covid-19 il professor Bruno Ficili, candidato per ben 13 volte al Nobel per la pace nel mondo, l’uomo che aveva mobilitato anche Muhammad Alì, nella base di Comiso, per sostenere la distensione mondiale. Ficili era uno dei due pazienti positivi registrati fino a ieri a Scicli, nel ragusano. Il professor Ficili era giunto a Donnalucata per il periodo estivo, ma a causa di un malore era stato ricoverato all’ospedale Maggiore di Modica, dove è stata accertata la sua positività al coronavirus. Positiva anche la sua domestica, una donna di 45 anni di nazionalità albanese che però ha superato indenne il contagio. Ficili è invece spirato nella notte per la crisi respiratoria dovuta al Covid.

Bruno Ficili era conosciuto ed apprezzato per il suo impegno internazionale per la pace tra i popoli. Era stato candidato più volte al premio Nobel da componenti del Congresso degli Stati Uniti. Si è recato più volte a Mostar durante la guerra in ex Jugoslavia, visitando i campi profughi. Laurea Honoris Causa in lettere umanistiche conferitagli dall’Università del Connecticut nel 1996, organizzò l’XI° convegno internazionale sulla educazione alla pace presso la base missilistica di Comiso, al quale partecipò anche il pugile Muhammad Alì. Ha incontrato grandi statisti come Simon Peres.

 

Post Tags
Share Post
Written by
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: