Morte di Viviana Parisi: oggi vertice in Prefettura, tra le ipotesi la caduta dal traliccio. Sconvolge l’assenza di telecamere in autostrada.

Un nuovo sopralluogo ieri da parte degli inquirenti ieri ai piedi del traliccio dell’Enel dal quale una delle possibilità al vaglio ipotizzerebbe che Viviana Parisi possa essere caduta o dal quale potrebbe essersi lanciata procurandosi la morte. L’ipotesi sarebbe avvalorata dalla tipologia delle fratture che sarebbero, appunto, compatibili con una caduta, accidentale o voluta. Insomma Viviana Parisi potrebbe essere caduta nel tentativo di sfuggire a qualcuno, arrampicandosi sul traliccio Enel, o si potrebbe essere lanciata nel vuoto volontariamente. Rimane però sempre più pressante e drammaticamente presente il quesito sulla fine del piccolo Gioele. Anche se un’altra ipotesi potrebbe avvalorare il fatto che il bambino possa essere stato affidato a qualcuno durante quei 22 minuti a Sant’Agata di Militello, altra circostanza ancora non chiarite. Certo è che sconvolge ed inquieta l’assenza di telecamere in autostrada, al casello e nella zona circostante che avrebbero potuto svelare ogni mistero sulla morte di Viviana Parisi e sulla scomparsa di suo figlio. Intanto oggi  nuovo vertice in Prefettura che si terrà alle 11.30. Vi parteciperanno inquirenti e soccorritori al fine di decidere un allargamento della zona di ricerca del piccolo Gioele.

 

 

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: