Villafranca Tirrena – “Una Dose di Libri” arriva con due postazioni di Book Sharing

Dopo la raccolta dei libri avvenuta durante le scorse settimane, per un ammontare di più di 250 libri, l’azione congiunta della Consulta Giovanile Comunale di Villafranca Tirrena e l’Associazione Una di Noi Onlus, e con il supporto del Garante per l’Infanzia, si sostanzierà nell’inaugurazione di due librerie che saranno installate rispettivamente presso il bar “Gelatomania” e il Centro Commerciale “La Briosa”, giorno 24 luglio dalle ore 18:00.

Il progetto “Una Dose di Libri”, nato dall’idea di Maria Andaloro, ideatrice di “Posto Occupato”, punterà a un duplice obiettivo: la condivisione di spazi culturali comuni, per diffondere la bellezza della letteratura e l’importanza della lettura, e la sensibilizzazione ai temi della violenza di genere.

Per quest’ultimo motivo soprattutto, i libri saranno corredati di un adesivo all’interno delle copertine con i numeri nazionali 112 e 1522 e le informazioni utili sulle applicazioni (gratuite) 1522YouPol e Mytutela, che consentono di sporgere denuncia immediata in caso di violenza, abusi o maltrattamenti domestici.

Ancora una volta la cultura diviene un mezzo fondamentale non soltanto per permettere il dialogo tra i lettori e le esperienze letterari degli autori contemporanei o del passato, ma uno strumento vivo e determinante per diffondere conoscenza e coscienza circa una problematica tristemente attuale. «I libri diventano armi, pacifiche ma non meno “pericolose”, che permettono di contrastare lo spettro dell’analfabetismo funzionale, come viene definita al giorno d’oggi la mancanza di educazione nella comprensione di testi scritti dovuta anche al mancato accesso o allo scarso interesse per la parola scritta», spiegano gli organizzatori del Book Sharing, che continuano, «ma questi libri in particolare rappresentano un faro, una speranza, per quelle persone vittime di abusi e violenze, che spesso si trovano disorientate a causa del dolore, della paura, dello shock. È giusto condividerli, perché non solo le vittime, ma anche tutti i cittadini si fermino a riflettere sul tema delle violenze di genere e si facciano promotori di un sano cambiamento nei comportamenti più oscuri della società odierna»

Appuntamento quindi al 24 luglio, con una prima esperienza di Book Sharing a Villafranca, che possa rivitalizzare la cultura, ma anche le coscienze.

 

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: