Morto Mohamed Mashally: il medico che curava gratis gli egiziani, indipendentemente dal loro credo religioso

Avatar
Posted on Luglio 29, 2020, 12:35 pm
FavoriteLoadingAdd to favorites 3 mins

Il dott. Mohammed Abdel-Ghafar El Mashaly ha avuto un modo semplice ma straziante di spiegare perché nel 1976 ha dedicato la sua vita a curare i poveri egiziani.

Un bambino di 10 anni diabetico ha chiesto a sua madre l’insulina, ha ricordato il dottore durante un’intervista televisiva a maggio. La madre disse a suo figlio che i suoi fratelli non avrebbero cenato se gli avesse comprato delle medicine, disse El Mashaly. Il ragazzo, intuendo che il suo disturbo era un peso per la sua famiglia, decise di bruciarsi a morte quella notte. El Mashaly – che è morto martedì, all’età di 76 anni – è stato chiamato per salvare la vita del bambino, ma il ragazzo è morto tra le sue braccia.

“Mentre stava morendo, mi ha detto che lo ha fatto in modo che i suoi fratelli potessero mangiare”, ha detto. “Quello è stato il giorno in cui ho promesso di impegnare la mia vita nel trattamento dei poveri”.

La morte di El Mashaly ha scatenato una valanga di tributi sui social media, tra cui uno del dott. Ahmed Al Tayeb, il Grand Imam di Al Azhar, il capo della più alta sede dell’apprendimento islamico nell’Egitto musulmano. Il vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti e il sovrano di Dubai lo sceicco Mohammed bin Rashid si sono uniti al coro degli omaggi, definendo El Mashaly un “modello per i medici … e un modello per i grandi”.

El Mashaly viveva nella provincia del Delta del Nilo di Gharbiyah, a nord del Cairo. Il suo aspetto era insignificante – “Un meccanico di auto va nel suo negozio indossando un completo?” una volta ha scherzato – e non ha nascosto il motivo per cui ha addebitato ai suoi pazienti 10 sterline egiziane (Dh2,3) una visita quando altri medici hanno addebitato fino a 30 o 40 volte. “Ho una moglie ricca”, disse con nonchalance.

Il dottor Al Tayeb ha affermato che El Mashaly “è un esempio per l’umanità e ha pienamente compreso che non siamo in questo mondo indefinitamente. “Quindi, ha scelto di aiutare i pazienti poveri e bisognosi fino all’ultimo giorno della sua vita.”

La morte di El Mashaly è avvenuta in un momento in cui gli egiziani sono pieni di gratitudine per i medici e gli altri membri della professione medica per la loro parte nella lotta contro la pandemia di coronavirus. Più di 100 medici su migliaia infettati dal virus da febbraio sono morti. Al contrario, la morte di El Mashaly è coincisa con l’ammonimento che le cliniche private hanno ricevuto dal governo, dal pubblico e dai parlamentari per il sovraccarico di pazienti Covid-19. Le cliniche sono state costrette ad abbassare le loro tasse in base a un sistema di prezzi introdotto dal governo. (Fonte The National)

Leave a Reply

  • (not be published)