Mafia: sequestrati beni agli eredi di boss

Sequestro beni da un milione di euro nei confronti degli eredi di Mario Rosolino Cascio, morto nel 2015 all’età di 62 anni e ritenuto dagli investigatori il reggente della famiglia di Valledolmo (Pa). Il provvedimento eseguito dai finanzieri del comando provinciale di Palermo è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione, del tribunale di Palermo. Cascio è stato indagato nell’ambito dell’operazione Black Cat per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso e per ulteriori fattispecie di reato legate alla detenzione e porto illegale di armi, condotte aggravate dal fine di agevolare l’attività delle associazioni di tipo mafioso. Il tribunale ha disposto il sequestro di due immobili, due aziende, un minimarket e una rivendita di pietre e marmi tutti a Valledolmo, e disponibilità finanziarie per un valore complessivo pari a oltre un milione di euro.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: