Controlli della Polizia Municipale: deferiti all’A.G. titolare e barman che hanno venduto birra a dodicenne

 

Intensa attività di controllo svolta nella nottata del 13 giugno dal personale della polizia specialistica diretta dal comandante vicario commissario Giardina con la supervisione dell’assessore alla polizia municipale Dafne Musolino. Nella zona nord sono state controllate due attività di ristorazione accertando illeciti di natura penale; non a caso nel primo ristorante è stato accertata la vendita di pesce congelato non indicato nel menù e quindi somministrato per fresco. A carico del titolare è scattata la denuncia per frode in commercio.

Nel secondo ristorante è stata accertata la detenzione di mitili pronti per la somministrazione detenuti in cattivo stato di conservazione. Il titolare dell’attività è stato deferito alla AG per il reato di cui all’art. 5 della 283/92 con il contestuale sequestro di circa 20 kg di cozze vongole e ostriche.

Altro controllo ha interessato la verifica per ciò che concerneva la nuova ordinanza del sindaco ossia la. 183 che limita la vendita delle bevande alcoliche e la chiusura delle attività di somministrazione. Tre esercizi di vendita di alcolici attraverso distributori automatici sono stati rinvenuti ancora abilitati alla vendita oltre l’orario tanto che si è reso necessario interdire immediatamente la vendita con la chiusura del distributore. Per i tre esercenti scatterà la sanzione prevista dal dpcm del 17/05/2020 pari a 400 euro.

Due locali sono stati multati per la violazione dell’ordinanza della regione Sicilia n.22/2020 per l’assembramento nell’esercizio e per il mancato rispetto delle distanze di sicurezza anti Covid.

Un altro esercizio alle 2.00 continuando a rimanere aperto con avventori nonostante l’obbligo di chiusura delle ore 1.30 è stato sanzionato secondo il d.l. del 16/5/2020 collegato all’ordinanza n.187/20 (sanzione 400 euro e chiusura immediata attività. )

Infine gli uomini del commissario Giardina hanno chiuso il cerchio sulla somministrazione a minori di alcol che la scorsa settimana aveva visto una ragazza di 12 finire in ospedale. A seguito dell’indagine effettuata è stato individuato il locale ed ora sia il preposto alla vendita sia il titolare dell’attività dovranno rispondere alla AG per il reato di cui all’articolo 689 del c.p. Infine fermata sulla via Garibaldi una vettura di grossa cilindrata sulla quale un trasportato spavaldamente si esibiva accomodato sul tetto del mezzo. Per il conducente e trasportato è scattata un salata contravvenzione.

 

NOTA: Il presente articolo riportava in copertina la foto di un locale che nulla ha a che fare con la vicenda della dodicenne. Il locale riportato nell’immagine precedentemente pubblicata e riportata in galleria sottostante, è stato invece MULTATO per inosservanza dell’ordinanza sindacale di chiusura alle 01:30. L’associazione tra titolo ed immagine però per alcuni ha ingenerato un opinione non corretta. Pertanto abbiamo deciso di cambiarla. Aldilà del titolo, infatti, il comunicato riferisce di tutta l’attività svolta dalla Polizia Municipale, nella quale rientra anche il locale riportato nella foto fornita da Polizia Municipale.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: