Arrestato a Roma un messinese per terrorismo. Già imputato per aggressione a direttore Vocedipopolo.

E’ stato arrestato a Roma il 33enne Claudio Zaccone messinese, con l’accusa di aver costituito una cellula eversiva anarco-insurrezionalista che avrebbe avuto come base un centro sociale romano. Sono stati i Carabinieri dei Ros a fermarlo insieme ad altri sei. Tentativo ri riorganizzazione del movimento anarchico con finalità di terrorismo con ordigni esplosivi, anche ai danni di una Stazione dei Carabinieri: queste le contestazioni più gravi. Il messinese Zaccone è anche attualmente imputato per aver aggredito il direttore di VOCEDIPOPOLO, Giuseppe Bevacqua, e l’operatore, ai tempi, Alessandro Silipigni, in piazza Unione Europea nel mese di marzo del 2016. In quella occasione aveva procurato a calci il danneggiamento di una telecamera. Il processo è in corso.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: