Coronavirus: sindaco Messina, preoccupati per nuovi casi

MESSINA, 21 MAR – “Da oggi Messina potrà fare i propri tamponi e non dovrà più fare riferimento a Catania e Palermo”. A dirlo il sindaco di Messina Cateno De Luca, che oggi ha espresso preoccupazione per l’aumento dei casi di persone positive al coronavirus in città, dopo l’assenso avuto dall’assessore regionale alla salute Ruggero Razza. “C’è stato – aggiunge De Luca – anche un confronto con i direttori dell’Asp e dei nosocomi messinesi per stabilire una strategia condivisa e dare un contributo alla risoluzione del problema Covid 19 visto il picco di aumenti in città”. “Al Policlinico al padiglione H – spiega il sindaco – c’è una struttura dedicata ala covid 19, abbiamo la disponibilità di 70 posti letto malattie infettive e di 23 per terapia intensiva che potrebbero arrivare a 30. C’è anche la possibilità di creare un altro reparto dedicato con altri 50 posti per malattie infettive e arrivare ad altri 12 posti per terapia intensiva. Al Papardo ci sono sei posti per la terapia intensiva che potrebbero arrivare a 10. L’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto ha 2 posti per terapia intensiva che potrebbero arrivare ad 8. Al nosocomio di Taormina ci sono otto posti per terapia intensiva che potrebbero arrivare a dodici. All’Ircss Neurolesi si stanno svuotando i reparti, vedremo nei prossimi giorni – conclude De Luca – quali saranno i risultati dei tamponi effettuati su tutti i pazienti e il personale sanitario”. (ANSA).

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: