Coprifuoco: complice il sabato, strade deserte ed edicolanti che si chiedono per chi tenere aperto

Messina, 21 marzo 2020

Medici, sanitari, forze dell’ordine, personale dei supermercati ed edicolanti: queste sono le categorie ad alto rischio contagio. Ma se i primi svolgono il loro lavoro come previsto e con motivazioni imprescindibili, gli edicolanti si chiedono, soprattutto oggi, “per chi tenere aperto”. Che le strade siano vuote come la piazza principale di Messina è un gran buon segno. Probabilmente il balzo dei contagi registrato ieri, ma di certo purtroppo non ultimo, ha indotto alla ragione molti scettici e convinto a restare a casa i messinesi. Dimostrando così che la paura è il più persuasivo dei motivi per rispettare le ordinanze. Ed allora ecco che le edicole diventano monumenti nel deserto. Le parole degli edicolanti sono il presagio di ciò che sarà il dopo virus: una delle crisi economiche più devastanti della storia italiana se non mondiale. A meno che non si intervenga da subito ed in maniera concreta.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: