RICEVUTO OGGI A PALAZZO ZANCA DAL VICESINDACO MONDELLO IL COMANDANTE LOGISTICO DELL’ESERCITO GENERALE DI CORPO D’ARMATA FIGLIUOLO

Il Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, accompagnato dal Comandante Sanità e Veterinaria Ten. Gen. Antonio Battistini, dal Gen. di Brigata Bruno Pisciotta, Comandante della Brigata “Aosta” e dal Direttore del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Messina Col. Alfonso Zizza a Messina per siglare la convenzione con l’Ospedale Piemonte – Neurolesi che estenderà all’Esercito l’assistenza del reparto di Neurologia per le Forze Armate. Grande soddisfazione per il Generale Comandante Logistico dell’Esercito in Sicilia e del vice sindaco Mondello che ha ospitato a Palazzo Zanca la firma del protocollo di intesa.

Nel corso dell’incontro il Vicesindaco nell’evidenziare all’Alto ufficiale la volontà dell’Amministrazione comunale di avere avviato sin dall’insediamento un percorso fortemente sinergico ha sottolineato che: “Siamo stati già operativi con una serie di iniziative, in modo particolare con l’Esercito, ad esempio l’utilizzo dell’asilo nido all’interno della Caserma Crisafulli, struttura di eccellenza, che siamo onorati di gestire con la Messina Social City.

Il territorio non è altro che la rappresentazione di una serie di strutture e di enti che devono operare in maniera sinergica e per questo abbiamo da poco espresso la volontà di elaborare il piano strategico coinvolgendo le Forze Armate al fine di creare i presupposti per migliorare la città affinché le eccellenze si possano spiegare al meglio nelle reali risultanze del lavoro giornaliero per le loro rispettive competenze. Un percorso dunque che richiede il massimo impegno da parte di tutti gli attori coinvolti nell’assolvimento dei compiti istituzionali finalizzato all’apertura verso la società per un costante confronto, per una più forte solidarietà e per una reciproca crescita” .

L’intesa è finalizzata a sviluppare percorsi di continuità terapeutica di neuriabilitazione a favore di pazienti del Dipartimento di Medicina Legale e l’avvio di collaborazioni clinico-scientifiche, tra le parti firmatarie, volte ad assicurare appropriati percorsi assistenziali finalizzati al recupero funzionale per il più rapido reinserimento nel contesto socio-familiare e lavorativo del personale dell’esercito.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: