Messina Servizi: le mancanze nella raccolta ordinaria e nello spazzamento che rischiano di oscurare il successo della differenziata

Messina, 21 febbraio 2020

Cassonetti lasciati per più di tre giorni senza raccolta e l’inevitabile sversamento in terra di quanto i contenitori non possono più accogliere. E’ questo che sta accadendo in alcune vie secondarie del centro cittadino.

Messina Nord, nei pressi del viale Giostra, ma anche sullo stesso viale: una quantità di sacchetti di immondizia che solo oggi, 21 febbraio, dopo ben tre giorni di assenza della raccolta ordinaria, vengono compattati su un piccolo mezzo. Si provvede alla rimozione di quanto è stato gettato in terra e non per colpa dei cittadini. Odori nauseabondi e topi grossi come gatti che fanno festa e questa non è la Messina Servizi che vorremmo vedere. Non può essere la stessa società che sta riscuotendo successi al 46% nella differenziata e che si trova avanti a Catania e Palermo.

Allora il dubbio è il seguente: stiamo forse concentrando troppa forza lavoro, già di per sé insufficiente, sulla differenziata, trascurando così l’ordinario? Questa può essere l’unica risposta possibile ed allo stesso tempo un errore fatale che potrebbe oscurare completamente quanto accade nel settore virtuoso della differenziata. Certo è che presto anche qui i cassonetti spariranno per dare spazio alla differenziata ma non può trascurarsi la raccolta dei rifiuti ordinari, così come, dopo la sostituzione dei cassonetti, dello spazzamento delle strade. Avremmo così, anzi abbiamo, strade senza cassonetti, valori invidiabili per la differenziata ma una città, nelle vie periferiche , sostanzialmente sporca. Insomma, un po’ come mettere l’immondizia sotto il tappeto.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: