a

La Sicilia in tempo reale

 

De Luca: “Tutto si è compiuto, habemus maggioranza!”. “Dividi et impera” però, sembra più adatto.

Habemus Maggiore“, sarebbe proprio il caso di dirlo, così come all’elezione del Rettor Maggiore in uno dei Capitoli del Clero. Si scioglie così, con un annuncio da “Sacra Scrittura”, quello del Sindaco De Luca sui social, la “crisi” che sembrava portare Palazzo Zanca verso un nuovo rischio dimissioni.

Il “Salva Messina” adesso approderà in Consiglio Comunale la prossima settimana per essere completato ed interamente varato, e sarà la prova del nove per i 16 consiglieri comunali che sembra abbiano deciso di continuare a sostenere il documento di massima votato a suo tempo. ” È’ emerso che l’unica compagine politica che realmente vuol andare a votare è’ quella che fa riferimento all’on Luigi Genovese perché c’è il desiderio e la necessità di rimettere le mani sulla città“, scrive De Luca ed il riferimento sembra essere destinato a Salvatore Sorbello che nelle ultime ore aveva inviato una nota di risposta al Sindaco che chiudeva ogni porta circa l’appoggio in aula.

Cinque consiglieri indecisi, secondo De Luca, e c’è ancora il nodo Movimento Cinque Stelle. Un gruppo consiliare, quello capitanato da Andrea Argento adesso appare spaccato ed in forte crisi. Così forse, oltre la strategia delle dimissioni, ha pagato di più quella del vecchio “dividi et impera” di Filippo il Macedone: Serena Giannetto e la sua posizione ha di certo contribuito ad infrangere il muro “duro e puro” del Movimento pentastellato in Consiglio.

Share Post
Written by
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: