Messina, 12 febbraio – foto tratte dalla pagina Facebook “I canuzzi di Thomas”

Il corpo di Thomas Klaus, il clochard conosciutissimo a Messina per i suoi 7 cani che lo accompagnavano dappertutto, si trova in una cella frigorifera della Camera Mortuaria del Policlinico. Thomas è morto il 28 novembre per un arresto cardiaco. Dopo la sua morte non è stata disposta alcuna misura di sequestro della salma, in quanto la naturalità del suo decesso era lampante. Da allora in molti attendono di sapere quando si celebreranno i suoi funerali. Spetta al Comune di Messina organizzarli in assenza di parenti. E dopo circa tre settimane non sembra che si sia presentato nessuno a reclamarne la salma. Pertanto l’unica soluzione per delle esequie dignitose di un essere umano resta la procedura comunale. Il tempo stringe anche perché la Camera Mortuaria del Policlinico possiede solo sei celle ed in mancanza di una alternativa comunale è deputato a conservare le salme di persone morte in strada o di cadaveri non identificati, deceduti sul territorio comunale. Così la procedura non sarebbe stata ancora avviata dal Comune di Messina e, pertanto, non è ancora stata prevista alcuna data per le esequie del clochard tedesco. Insomma Thomas è vissuto ed è morto solo e la sua solitudine continua anche da morto.

Ricordiamo che è ancora possibile adottare sei dei sette cani di Thomas, (PIAF è stata già adottata!) e che è gradito ogni aiuto in termini di cibo per cani, medicine e prodotti per animali. Per ogni donazione e per auspicabili adozioni basta collegarsi alla pagina facebook: I canuzzi di Thomas.

https://www.facebook.com/IcanuzzidiThomas/

Leave a Reply

  • (not be published)