Porto di Tremestieri: l’impresa “ritardi per la consegna dovuti alla morfologia inattesa del territorio”

Messina, 5 dicembre

Per il porto di Tremestieri bisognerà attendere qualche mese in più. Almeno 8 mesi di ritardo rispetto alla data di consegna che originariamente era prevista per il mese di maggio del 2022, ovvero due anni e mezzo dalla consegna dei lavori del 9 novembre del 2018. Ritardo non addebitabile all’impresa, secondo quanto riferito oggi in conferenza stampa dal vice sindaco, dal Rup e dal direttore dei lavori: “a parte le grandi aree che abbiamo trovato piene di sfabbricidi, durante gli scavi abbiamo riscontrato la presenza di ‘pennelli’ in materiale lapideo di vecchia realizzazione, interrati ed una grande e consistente massa del cosiddetto ‘beach rock‘, una roccia sedimentaria durissima con uno spessore di circa due metri che non solo sta rallentando i lavori ma che ha determinato anche una variante per quanto riguarda la banchina di riva che dovrà essere realizzata mediante la posatura di pali interrati e non per mezzo di un diaframma in calcestruzzo. Questa variante da realizzare determinerà un aumento non rilevante di costi ma allungherà i tempi“. Entro il mese di dicembre pertanto si concluderanno le operazioni di bonifica.

Ma non era possibile accorgersi prima di queste masse di “beach rock”? A questa nostra domanda ha risposto il capo cantiere dell’impresa appaltatrice “Co.Ed.Mar srl” , l’ingegnere Gianluigi Guizzardi: “Dai carotaggi fatti non vi era traccia di questo tipo di roccia. I carotaggi vengono fatti a campione e nelle aree prescelte nulla faceva presagire che avremmo incontrato questo tipo di materiale”.

Beach Rock

Non vorrei passasse il messaggio che, come qualcuno della stampa ha scritto, i lavori sono fermi. Così non è in base a quanto emerge da questa conferenza stampa” ha detto il vice sindaco Salvatore Mondello, “ogni cantiere ha i suoi imprevisti, così anche quello di Tremestieri. Ricordo a tutti che l’assegnazione dei lavori ed il loro inizio erano fermi da almeno 10 anni e che sono con questa Amministrazione comunale è stato possibile sbloccarli. Solo mediante lo sgombero di occupanti abusivi dell’area, ad opera esclusiva del sindaco De Luca, è stato infatti possibile iniziare la bonifica del territorio sul quale nascerà il porto di Tremestieri che è per noi in questo momento l’opera più importante da realizzare nell’interesse della città di Messina” ha concluso il sindaco Mondello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *