“BINARIO UNO”, un libro/viaggio nella nuova povertà. Presentazione il 30 novembre.

Messina, 20 novembre

Binario Uno è il titolo del libro scritto da Salvatore Mastroeni e Cristina Puglisi Rossitto che verrà presentato sabato 30 novembre presso la sede di “Benefit”, in Via Croce Rossa n° 49, alle ore 10.30. Nel libro una serie di racconti, storie vissute, che guidano in un viaggio dentro la nuova povertà, per comprenderla, e che riempie il cuore conoscendo chi decide di non restare a guardare. Da una parte una povertà urlata, sbattuta in faccia, quella dei “senzatetto” dall’altra una invisibile e silenziosa, quella delle famiglie, degli anziani, nascosta perché umiliante. I due autori si incontrano per caso e, separatamente, percorrono lo stesso cammino, tendendo una mano al prossimo, aiutandolo a portare i loro fardelli. In entrambi l’affermazione della necessità di salvare l’uomo e la sua dignità. Uniti da una profonda amicizia decidono di mettere a nudo le proprie emozioni. Ne nasce così, in uno scambio epistolare, un libro che non ha velleità letterarie ma scritto con profonda umiltà e con un’unica speranza: far conoscere una povertà che uccide in silenzio, senza spargere sangue ed indicando una soluzione alla portata di tutti: la condivisione e l’amore. Alla presentazione prenderanno parte, oltre agli autori, Salvatore Mastroeni e Cristina Puglisi Rossitto, la giornalista Rosaria Brancato che presenterà l’evento e coordinerà gli interventi ed il dialogo con gli autori. L’evento e’ organizzato dalla Associazione Invisibili Onlus ed i proventi del libro andranno a favore di Benefit, lo Store solidale a sostegno di famiglie bisognose, che a dicembre rischia la chiusura per mancanza di fondi. E proprio per sostenere le spese di gestione si spera di vendere le settecento copie necessarie per garantirne l’apertura per un altro anno. Parteciperanno alla presentazione esponenti delle Istituzioni, del mondo dell’associazionismo e del mondo universitario ma, soprattutto, singoli cittadini; presenze preziose che sono la dimostrazione di una sensibilità al problema, quello delle nuove povertà, che può fungere da sprone alla collettività, sensibilizzandola e coinvolgendola.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: