MESSINA – Depistaggio Borsellino: non rispondono ai PM i tre poliziotti indagati

Messina, 15 ottobre

Non hanno risposto alle domande dei PM i tre poliziotti sotto processo per calunnia aggravata per aver favorito “cosa nostra” relativamente al depistaggio nelle indagini sulla strage di via D’Amelio che provocò la morte del giudice Borsellino e degli agenti di scorta. Mario bò, Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei, i tre poliziotti dovevano essere ascoltati dai pm nell’ambito dell’inchiesta a carico dei due magistrati Annamaria Palma e Carmelo Petralia, indagati al Tribunale di Messina, nell’ambito dell’indagine aperta dal procuratore Maurizio De Lucia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: