Policlinico di Messina: umidità e muffa in Pediatria. Levita “stiamo provvedendo a risolvere”

Messina, 27 settembre

La segnalazione arriva dal Consigliere Comunale Salvatore Sorbello, in visita al padiglione NI, che individua ampie chiazze di muffa ed infiltrazioni di umidità proprio nella stanza adibita alle visite per Neuropsichiatria infantile (Neuropsicomotricità).

Il tetto è ampiamente macchiato di muffa, probabilmente per infiltrazioni da un servizio igienico o comunque una fonte d’acqua che si trova al piano superiore. Danno sicuramente rimediabile ed anche in tempi brevi, ma le macchie indicano che di tempo ne è passato da quando si è verificata la prima perdita. La muffa mal si coniuga con un reparto nel quale stazionano in attesa della visita bambini spesso con problemi di salute di non poco conto.

Abbiamo, pertanto, “girato” la segnalazione al neo direttore sanitario del Policlinico Universitario, dottor Antonio Le Vita che ha confermato di aver preso visione del problema e di aver attivato immediatamente il reparto tecnico di competenza. Si spera dunque che a stretto giro potremo rifare le immagini con un tetto pulito e salubre come dovrebbe essere quello di un Policlinico Universitario.

Un problema però, annoso e difficilmente risolvibile rimane: quello delle tante colonie di piccioni che hanno fatto dei tetti e delle grondaie del Policlinico la loro casa, riempiendo di guano vetrate e marciapiedi. I vetri della sala mensa dell’ERSU (come ci segnalano) che si vedono nella foto ne sono un esempio. “Il problema” dice Levita “è urgente e conosciuto, ma per il dovuto rispetto nei confronti di tutti gli animali, non è di facile soluzione. Stiamo provando con segnali sonori ed altri sistemi che non ledano la loro integrità, ma con scarso successo”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: