SIPARIO ALZATO SULLA “10 KM DI CAPO PELORO – IV TROFEO LUIGI CACOPARDI”

Tutti i dettagli relativi alla gara podistica organizzata dalla Torre Bianca, in programma domenica 15 settembre, sono stati illustrati nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nella sede del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina. 

Messina, 10 settembre 2019

E’ stata presentata questa mattina la “10 km di Capo Peloro – IV Trofeo Luigi Cacopardi”. I dettagli relativi alla manifestazione podistica, in programma domenica 15 settembre, sono stati illustrati nel corso della conferenza stampa tenutasi nella sede del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, presso Palazzo Piacentini.

L’attesa evento sarà valido come Campionato Regionale Individuale di Corsa su Strada sui 10 km Allievi/Assoluti/Master. Con partenza da Torre Faro (ore 10) e giro intorno ai Laghi di Ganzirri, la gara è organizzata dalla Torre Bianca con la collaborazione di FIDAL, CSEN e Pro Loco Capo Peloro e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, del Comune di Messina e del CONI Sicilia. Una giornata nel ricordo di Luigi Cacopardi, grande uomo ed appassionato di sport, che portò la fiaccola in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960. Oltre agli ambiti titoli siciliani FIDAL sulla distanza, verrà assegnata la “Coppa Forense dello Stretto”, che vedrà competere: magistrati, avvocati, forze dell’ordine, forze armate e personale del settore giustizia.

A fare gli onori di casa è stato il neo presidente dell’Ordine degli Avvocati di Messina, Domenico Santoro: “L’Ordine degli Avvocati porta avanti, già da diversi anni, una collaborazione con questa iniziativa. Un augurio speciale va da parte mia agli atleti impegnati, in particolare a chi prenderà parte alla Coppa Forense”. Insieme a lui il presidente della Corte d’Appello di Messina, Michele Galluccio: “L’importanza dello sport va sempre sottolineata ed in questo caso pure la bellezza dei luoghi, che faranno da scenario alla competizione. Si tratta di un patrimonio difficile da trovare altrove e che va valorizzato. Metaforicamente dovrebbe essere l’intera città di Messina a correre, perché ha bisogno che si vada più velocemente possibile”.

A promuovere la gara è la Torre Bianca del presidente Pietro Tracuzzi: “Siamo giunti alla quarta edizione del Memorial intitolato a Luigi Cacopardi, che viene ricordato come tedoforo alle Olimpiadi del 1960. In questi quattro anni, grazie soprattutto al supporto  dell’Ordine degli Avvocati di Messina, la manifestazione è cresciuta ed è diventata un evento di riferimento per numerosi atleti provenienti da tutta la Sicilia e dalla vicina Calabria. Ci siamo impegnati molto per curare gli aspetti relativi a questa gara, che si svolgerà in una zona incantevole, ma che presenta dei tratti del percorso non semplici per viabilità e sicurezza. Ringrazio gli assessori ed i funzionari preposti, il presidente ed i consiglieri della VI Circoscrizione, la Polizia Municipale, l’Associazione Nazionale Carabinieri, i radioamatori dell’ACCIR, i gruppi scout AGESCI, la Fondazione Horcynus Orca, i volontari e naturalmente gli sponsor”.

L’assessore allo Sport, Giuseppe Scattareggia, ha portato i saluti del sindaco Cateno De Luca, evidenziando che “la sinergia tra Comune e Torre Bianca prosegue. Ci tenevamo a far sentire la nostra vicinanza ed un grazie va rivolto all’Ordine degli Avvocati per il patrocinio. Lo sport è pure turismo ed economia e l’Amministrazione Comunale non può che appoggiare gli organizzatori”. Il delegato provinciale del CONI, Alessandro Arcigli, ha aggiunto: “Sono particolarmente affezionato a questa manifestazione, che porta il nome di un grande atleta e fulgido esempio di come ci si possa porre un obiettivo ambizioso e realizzarlo. Trattandosi di un campionato regionale, vedrà, inoltre, al via partecipanti provenienti dall’intera Sicilia”.

A chiudere, il presidente provinciale della FIDAL Messina, Nunzio Scolaro: “Il Trofeo Cacopardi ha tante valenze. In primis c’è l’unione di intenti tra CONI, FIDAL e CSEN, che certifica l’esistenza di un dialogo attivo tra le parti. Era una prova provinciale e pian piano è divenuta di carattere regionale, grazie all’opera del prof. Tracuzzi e del team Torre Bianca. Porta il nome di un grande sportivo, ma soprattutto un personaggio messinese che rappresenta un’autentica eccellenza. Lo celebriamo in una cornice stupenda e con 10 km omologati e veloci”. 

Per promuovere uno stile di vita sano ed equilibrato e, nel contempo, far conoscere la bellezza del territorio è prevista la “Capo Peloro Running” di 6 km, evento podistico ad andatura libera aperto ai neofiti della corsa.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: