Raccolta differenziata: Gioveni, “cassonetti pieni fino all’orlo non svuotati da settimane! È questo il modo per incentivare?”

Messina, 6 agosto 2019

La differenziata a Messina non è ancora a regime. Buon inizio ma la distribuzione dei kit non basta. Bisogna anche garantirne lo svuotamento con la corretta frequenza. Un servizio in rodaggio ma che secondo Libero Gioveni, consigliere del Comune di Messina, necessita di molte attenzioni in più.

“Se l’Amministrazione intende incentivare la raccolta differenziata in città, oltre a distribuire i kit, DEVE anche svuotare con più frequenza gli appositi contenitori dislocati sul territorio, lasciati spesso troppo pieni!”

Così il consigliere comunale Libero Gioveni si rivolge all’assessore all’ambiente Dafne Musolino e al Presidente di MessinaServizi Pippo Lombardo, producendo anche delle foto rappresentative di questa paradossale condizione.

Libero Gioveni

“Mi giungono costantemente diverse segnalazioni di cittadini – spiega Gioveni – che lamentano questo disservizio che chiaramente scoraggia chi non vuole fare altro che il suo dovere civico!
Se infatti i contenitori della carta, del vetro e della plastica fossero svuotati con la stessa frequenza (o quasi) di quelli RSU – prosegue il consigliere – di certo i cittadini volenterosi non avrebbero difficoltà a depositare nelle varie postazioni i rifiuti differenziati!

Pertanto – conclude Gioveni – prima del tanto atteso (e un po’ temuto) avvio ufficiale della raccolta differenziata in tutta la città, chiedo all’Amministrazione di attenzionare meglio anche questi aspetti della gestione del servizio apparentemente più marginali, nell’importante e condivisa ottica di aumentare la percentuale della differenziata (ancora troppo bassa) nella nostra città”.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: