La Sicilia in tempo reale

 

Rissa di Santa Teresa: giovane salvato da medici. Fermato l’aggressore, Francesco Saporito.

Messina, 23 luglio 2019

Due buone notizie a pochi minuti l’una dall’altra: il ragazzo, G.T. 27 anni, ricoverato nella notte al Policlinico di Messina a seguito di un’aggressione durante una rissa a Santa Teresa, dopo essere stato sottoposto a sei ore di intervento dall’equipe del reparto di neurochirurgia dai dottori Alfredo Conti e Ketty Giusa, è stato stabilizzato e posto in stato di coma presso il reparto e salvato. Allo stesso tempo i Carabinieri hanno posto in stato di fermo Francesco Saporito, messinese, istruttore di arti marziali, che sarebbe l’aggressore del giovane e gestore del lido Golden Beach della zona sud di Messina. L’aggressore si giustifica adducendo che si sarebbe difeso da un’aggressione da parte di persone che lui non conosce. Lo ha dichiarato in un suo post Facebook che riportiamo, lo stesso Saporito, che sulla sua pagina si definisce “The Warrior”:

Allora volevo precisare a tutti che ieri mi sono soltanto difeso da persone che io non conosco per giunta con bottiglie in mano! Io sono stato sempre per la pace infatti ieri sera ho denunciato immediatamente tutto l’accaduto! Con ciò mi dispiace tantissimo per la situazione che io non volevo ma è stata una legittima difesa da persone a me incognite! Appena ho visto che mi volevano attaccare mi sono difeso tutto qua! E sono scappato via perché si sono formate più di cinquanta persone che oltre a inseguirmi mi hanno massacrato la macchina a calci! Comunque adesso ciò che mi importa è che il ragazzo si riprenda perché sto pregando come un pazzo e i sensi di colpa sono immensi! Ma non fate finti castelli perché la realtà è tutta un’altra!“.

Amici e conoscenti definiscono, però, G.T. ragazzo mite e tranquillo…il giovane lavora in una pizzeria ed è molto conosciuto sia a Roccalumera che a Forza d’agrò suo paese di origine

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: