Giovani Avvocati in protesta: ignorata la richiesta dell’AIGA di far slittare le elezioni per il rinnovo dell’Ordine di Messina

Messina, 7 giugno 2019

La “questio” è il doppio mandato che impedirebbe agli avvocati che hanno già espletato un loro primo mandato in seno all’Ordine di conseguire la possibilità del secondo. In sostanza la regola contestata è quella dell’ineleggibilità ai Consigli degli Ordini dopo due mandati consecutivi, regola peraltro non ancora confermata dalla Corte di Cassazione ma ribadita dal Governo. L’AIGA di Messina, l’associazione Giovani Avvocati, presieduta da Giuseppe Irrera, ha chiesto formalmente al presidente dell’Ordine di Messina, avvocato Vincenzo Ciraolo, di far slittare le elezioni a data successiva all’udienza della Corte di Cassazione del prossimo 18 giugno. Ciò al fine di permettere, ove possibile e conseguentemente alla decisione della Corte, di presentare la propria candidatura anche agli avvocati oggi gravati dal vincolo del secondo mandato. Ma il presidente Ciraolo non ha ritenuto opportuno concedere lo slittamento, “no” che ha determinato la protesta formale di AIGA che rappresenterà le proprie ragioni nella assemblea che si terrà il 10 giugno prossimo alle 11 presso i locali del Cinema Apollo.

La disomogeneità delle decisioni a livello nazionale circa il rinnovo degli Ordini degli Avvocati che ha visto adottare misure e decisioni diverse, come a Roma (dove un avvocato con più mandati alle spalle, è stato eletto ugualmente al Consiglio Nazionale Forense), non rende la questione chiara e né fluida. Il vero dato è che al momento è in ballo il rinnovo e la configurazione delle rappresentanze istituzionali della avvocatura senza la chiarezza e la omogeneità dovuta a livello dei tutti i Consigli degli Ordini degli Avvocati in Italia.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: