Atm Messina – Nuovo incontro con l’amministrazione comunale – Filt, Cgil e Uiltrasporti “Con Mondello percorso proficuo”

Messina, 4 giugno 2019

Prosegue proficuamente il confronto tra i sindacati e l’assessore Mondello in merito alle problematiche Atm – In tal senso Filt Cgil e Uiltrasporti hanno inteso dare fiducia all’assessore sugli impegni intrapresi e chiudere la fase di conflittualità aperta lo scorso febbraio, e poi sospesa dopo l’assemblea con i lavoratori, prima dello sciopero proclamato lo scorso ‪8 marzo‬. Resta alta l’attenzione di Filt Cgil e Uiltrasporti sul percorso di liquidazione ancora fermo e sugli atti futuri legati alla nascita della nuova società e per questo si è condivisa la necessità di istituire un tavolo permanente tra sindacati , azienda e amministrazione. Scatta invece anche per ATM Messina, come per tutto il TPl Siciliano, lo stato di agitazione indetto da Cgil Cisl Uil Ugl dei lavoratori per protestare contro il taglio dei finanziamenti ,dei servizi e della catastrofica ricaduta sui livelli occupazionali.I sindacati giudicano gravissimo il pericolo, confermato con una  comunicazione dell’Assessorato regionale ai trasporti, del taglio di  quasi il 50% dei servizi di trasporto urbano ed ex-urbano a partire  dal ‪primo di luglio 2019‬.
“Si vorrebbero risolvere i problemi del bilancio regionale scaricandoli sulle aziende , sui lavoratori e sugli utenti del trasporto e se questo dovesse essere attuato determinerebbe la soppressione di numerosi servizi con il conseguente rischio occupazionale – dichiarano Garufi e Barresi segretari generali di Messina della categoria dei trasporti, in un settore già notevolmente sotto dimensionato e con aziende, come ATM Messina già in grave stato di crisi finanziaria.
Le OO.SS. pertanto a livello regionale , al fine di poter scongiurare problematiche occupazionali ed evitare i danni catastrofici sul TPL in Sicilia, hanno chiesto la immediata revoca dei provvedimenti adottati e l’avvio di un confronto con l’assesorato regionale, attivando le procedure di raffreddamento  del comparto – concludono Garufi e Barresi – e anche oggi sul territorio si è chiesta la massima sinergia con l’amministrazione comunale di Messina al fine di tutelare l’Azienda Trasporti Messinese che già negli scorsi anni ha avuto pesanti penalizzazioni rispetto al riconoscimento dei contributi chilometrici che hanno portato un contenzioso con la Regione che dovrebbe in questi giorni concludersi con sentenza positiva del tribunale di Messina . 

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: