DUGIN : evento sospeso, “A Messina vince l’oscurantismo”

Messina 10 giugno 2019 – Comunicato Città Plurale, Vento dello Stretto, Morgana

Con grande rammarico comunichiamo che l’evento previsto per domani pomeriggio alle 17.00 nel salone del Royal Place Hotel  con la partecipazione del politologo e filosofo russo Aleksandr Dugin è sospeso. Il professor Dugin, a seguito delle polemiche generatesi, a causa della mancata concessione dei locali da parte dell’Università di Messina, ha infatti deciso di tenere in altra sede istituzionale, a Reggio Calabria, la propria conferenza, saltando l’appuntamento di domani a Messina. Non volendo alimentare oltre il fuoco della polemica sterile divampata nelle ultime ore riteniamo comunque doveroso bollare quanto accaduto come fatto gravissimo. La stessa università che ha ospitato in tempi recenti personaggi come Bruti Liberati, Cacciari, Fornero e Cottarelli, cedendo alle pressioni di una parte politica oscurantista, illiberale e antidemocratica, ha ritenuto di negare – in ossequio al politicamente corretto – la possibilità di esprimere le proprie idee (pur controverse che siano) ad un filosofo e politologo, nonché docente universitario, di caratura internazionale, privandosi della possibilità di accendere un dibattito proficuo e trasversale fonte di ulteriore arricchimento culturale.

A conclusione di una vicenda che ci lascia con l’amaro in bocca riteniamo necessario diffidare qualsivoglia organo di stampa nell’attribuire indebite, false e mistificatorie patenti di presunte ideologie neonaziste a quanti si sono impegnati per la realizzazione dell’evento in questione. Parlano da sole le attività anche ultra decennali in ambito culturale, sociale, civile, universitario, ambientale e di solidarietà con gli ultimi svolte sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *