Europee ma non troppo: con 180.000 volte “Salvini” la Sicilia si “consegna” al centro-destra.

Buona performance di Forza Italia con Dafne Musolino e di Fratelli d’Italia che “raddoppia i consensi”.

Messina, 27 maggio 2019 – di Giuseppe Bevacqua

La Sicilia non ha smentito la sua storia. Ha scelto di stare a destra e lo ha confermato con l’ennesimo voto. Una destra certo variegata e composta ma che dal Movimento 5 Stelle fino a Forza Italia, passando obbligatoriamente per la LEGA ha confermato la sua vocazione di isola di centro-destra, anti comunista, come direbbe Berlusconi. Quest’ultimo esulta soprattutto per “il lavoro svolto dal sindaco di Messina, Cateno De Luca, che con i 47 mila e passa voti ottenuti dalla sua candidata Dafne Musolino conferma le attese del patto della Madonna, del duo Miccichè/De Luca. Ma la Musolino, la più votata a Messina, è pur sempre espressione del contenitore di voti di De Luca, non vi è dubbio. La prova di forza nella corsa alla presidenza della Regione è dunque andata a buon fine. Adesso probabilmente l’aspirante presidente andrà all’incasso o metterà da parte come un buono da spendere al momento giusto il risultato ottenuto.

“Grazie Sicilia, la prima regione per Forza Italia con il 17%. Grazie Messina, la provincia più azzurra d’Italia con lo  straordinario dato del 23,76 % di Forza Italia. Complimenti alla grande squadra che ha conseguito questo successo, in particolare ai nostri candidati Giuseppe Milazzo, Dafne Musolino, Gabriella Giammanco e Giorgia Iacolino”. Lo scrive dalla sua pagina Facebook la deputata di Forza Italia alla Camera, on. Matilde Siracusano. Ma Forza Italia in Italia perde consensi con un meno 3.7%.

“A Messina – conclude la Parlamentare – è stato premiato il lavoro del sindaco Cateno De Luca,  del deputato regionale Tommaso Calderone,  dell’assessore Bernadette Grasso e dei colleghi Nino Germanà e Urania Papatheu, che con la guida di Gianfranco Miccichè e del Presidente Silvio Berlusconi hanno registrato uno straordinario successo azzurro. Al Presidente Berlusconi va inoltre il ringraziamento più grande per l’ennesimo atto di amore verso il suo Paese”.

Il Movimento Cinque Stelle, pur rimanendo il primo partito nella circoscrizione Isole con il 29.85%, cala però in tutta Italia con un meno 17.5% e con evidente imbarazzo dovrà adesso gestire un Governo dove la parte del leone la farà ovviamente la Lega di Salvini il cui nome è stato scritto 180 mila volte dai siciliani sulle schede elettorali. Un 22.42% del partito di Salvini che è prova che lo sdoganamento della vecchia Lega del “terronismo” è avvenuto con successo. Ricordare le frasi anti meridionali di un tempo pronunciate da Salvini non sortiscono più l’effetto sperato.

Ripresa del Partito Democratico che sembra dare segni di rinascita in Sicilia, ma che è l’unica espressione del centro sinistra che prova a combattere un centro destra sempre più forte. “Il Pd in Sicilia, rispetto ad un anno fa, cresce del +5,2%, – dichiara il segretario del PD Davide Faraone – una crescita più alta della media nazionale. Non festeggiamo, ma il dato dell’Isola ci incoraggia, anche perché diventiamo l’unica alternativa ai sovranisti. Siamo molto preoccupati dal dato della Lega, – aggiunge – adesso occorre sbracciarsi affinché il Pd si organizzi nei territori, con un radicamento vero e rinnovato, e lavorare per costruire una casa più grande con tutti quei moderati che nel centrodestra, da ieri, non l’hanno più e con tutti quelli che avevano creduto nel bluff del cambiamento targato 5 stelle. Lo dobbiamo fare con un programma chiaro, netto e semplice”.

Buona performance anche di Fratelli d’Italia che a Messina, dichiara Elvira Amata, ottiene “risultati straordinari”.

“Fratelli d’Italia ottiene un risultato importantissimo in Sicilia – dichiara Elvira Amata in un comunicato stampa – terra nella quale scatta il seggio pieno per FdI. Il partito, che cresce in tutto il Paese, raddoppiando il risultato delle politiche, nella nostra regione arriva al 7.5%. Nella provincia di Messina si arriva all’ 8,71%, con una risposta in città che sfiora quasi il 9%. Una crescita esponenziale rispetto alle percentuali delle scorse tornate elettorali, un risultato eccezionale per il nostro gruppo e per la nostra leader Giorgia Meloni che ha ricevuto ampio consenso.

Fratelli d’Italia

Questo ci dà la misura di quanto il nostro progetto politico stia iniziando ad essere compreso e condiviso e, il lavoro che stiamo portando avanti sul territorio sia apprezzato. Un ringraziamento a tutti i candidati che si sono spesi in questa competizione, con specifico riferimento ai messinesi”, commenta il deputato regionale di FdI, On. Elvira Amata che, ieri, ha assistito allo spoglio nella sede regionale di FdI . Adesso ritengo sarà tempo di avviare una seria riflessione sul futuro del Paese, su quello del centrodestra. Per la prima volta, i patrioti italiani entrano nel Parlamento Europeo. E la voce della nostra Sicilia sarà portata in Europa con la forza di cui ha bisogno per essere ascoltata”. Passando però prima per la Lega e Movimento 5 Stelle, non dimenticando anche il PD e Forza Italia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: