Truffe assicurazioni: finti incidenti anche su traghetto. Gli indagati nelle operazioni a Palermo

PALERMO, 15 APR –

Nelle due operazioni che hanno sgominato due gruppi criminali che organizzavano truffe alle assicurazioni, la “Tantalo bis” della Polizia, e la “Contra fides” della Guardia di Finanza e della Polizia penitenziaria, la Gdf ha accertato che l’organizzazione aveva tentato di mettere a segno un falso incidente sul traghetto Palermo-Genova. Un passeggero aveva detto di essere caduto dalle scale della nave fratturandosi le gambe mentre in realtà gli arti gli sarebbero stati spaccati appositamente sul traghetto. L’uomo a Genova è stato poi ricoverato in Rianimazione per un’embolia polmonare a seguito delle gravi fratture. Nel corso delle perquisizioni è stato trovato un libro mastro con diversi episodi di rotture di ossa provocati ad arte, nomi di vittime e località dell’incidente. “Ad uno dei capi Domenico Schillaci sono stati sequestrati alcune attività commerciali, il bar Dolce Vita, un centro scommesse, un gommone, una Porsche e una moto”, ha detto il colonnello Cosmo Virgilio, comandante del nucleo di polizia economica e finanziaria della Gdf di Palermo. Le indagini si sono anche avvalse della collaborazione di tre uomini che erano stati arrestati lo scorso agosto. I tre hanno fornito una serie di elementi che hanno squarciato il velo sull’organizzazione. Le vittime erano scelte tra i tossicodipendenti, persone con disturbi psichici e donne che in condizioni di povertà che si prestavano a mettere in scena i falsi incidenti. Tra i fermati anche l’avvocato Graziano D’Agostino. “Sono 250 gli indagati in questa operazione e 50 vittime hanno collaborato”, ha detto il capo della mobile Rodolfo Ruperti.

I fermati dalla polizia di Stato nel corso dell’operazione Tantalo 2 contro le truffe alle assicurazioni sono: Carlo Alicata, 43 anni, Gaetano Alicata, 23 anni, Filippo Anceschi, detto il Nano, 55 anni, Salvatore Arena, detto Mandalà, 41 anni, Gioacchino Campora, detto Ivan, 43 anni, Graziano D’Agostino, 43 anni, Rita Mazzanares, 26 anni, Salvatore Di Gregorio, detto Salvino, 53 anni, Salvatore Di Liberto, 50 anni, Giuseppe Di Maio, detto Fasulina, 38 anni, Piero Orlando, detto Piero Sh, 38 anni, Mario Fenech, 60 anni, Vittorio Filippone, 31 anni, Antonino Giglio detto Tony u Pacchiune, 44 anni, Gesuè Giglio, 31 anni, Vincenzo Peduzzo, 43 anni, Alessandro Santoro, 39 anni, Alfredo Santoro, detto Lello, 45 anni, Natale Santoro, 42 anni, Antonino Saviano, 39 anni, Letizia Silvetri, 35 anni, Monia Camarda, 39 anni, Vincenzo Cataldo, 54 anni, Orazio Falliti, 64 anni, Gaetano Girgenti, 54 anni, Alfonso Macaluso, 49 anni, Benedetto Mattina, 40 anni, Giuseppe Mazzanares, 39 anni, Maria Mazzanares detta Mary, 31 anni, Salvatore Mazzanares, 57 anni, Mario Modica, 49 anni, Cristian Pasca, 23 anni, Giuseppa Rosciglione, 57 anni, Maria Silvestri, 38 anni. I fermati nel corso dell’operazione Contra Fides della Guardia di Finanza sono: Giovanni Napoli, 44 anni, Antonino Di Gregorio, 44 anni, Patrizia Alaimo, 41 anni, Ermanno Campisi, 40 anni, Emanuela Gallano, 33 anni, Fabio Riggio, 28 anni, Domenico Schillaci, 33 anni, Giovanna Lentini, 42 anni.

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: