FOTO – Incendio e vergogna all’ex ospedale Margherita: in fiamme fascicoli, referti e buste paga datati anche 2016. Alla faccia della privacy.

Messina, 24 aprile 2019


Dell’ex ospedale Regina Margherita si è detto di tutto e di più e doveva diventare tante cose. Ma i messinesi dovrebbero davvero vedere ciò che nella realtà è diventato. In occasione di un incendio, il terzo in poco tempo, che si è sviluppato all’interno dei locali abbandonati dell’ex ospedale dei messinesi, le fiamme sono diventate notizia secondaria, anzi effetto del vergognoso degrado ed abbandono in cui versano questi locali dimenticati. Utilizzato per scopi politici più e più volte alla fine il destino che è toccato a questa struttura è stato peggio del nulla. E’ incredibile vedere sul pavimento completamente abbandonati e sparsi su un pavimento lercio ed oggi anche bagnato dall’acqua dei Vigili del Fuoco che hanno scongiurato il peggio, referti medici, documenti sensibili, nomi e cognomi di pazienti, dipendenti, buste paga riservate, completamente abbandonati in violazione totale ed assoluta della privacy. Faldoni di pratiche dell’ASL che vanno dal 2003 al 2016, quindi documenti recenti che i diretti interessati domani potrebbero richiedere e che invece giacciono in quello che è diventato un magazzino aperto a tutti. Insomma una vergogna assoluta. Si mobiliti l’ASP ed anche il sindaco nella sua funzione di prima autorità sanitaria cittadina a rendere davvero giustizia non solo alla struttura ma soprattutto ai tanti utenti i cui nomi, codici fiscali, ed importi di emolumenti o patologie sono messe in bella vista di qualsiasi balordo di turno che voglia approfittarne. Si faccia subito, senza se e senza ma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *