Bomba in Zona Falcata: operazioni in corso. Ordigno bellico da 1000 libbre.

Messina, 15 aprile 2019

Sono iniziate alle 6.00 in punto di stamane le operazioni per la bonifica della bomba americana risalente al secondo conflitto mondiale rinvenuta nella Zona Falcata a Messina. Si tratta di una bomba d’aereo da 1000 libbre e da 150 cm. di lunghezza e 160 di circonferenza, ad alto potenziale. L’ordigno bellico è stato rinvenuto dal Nucleo Operatori Subacquei della Guardia Costiera nel Porto di Messina.

L’ordigno verrà agganciato e trainato dall’area in cui si trova fino al largo, in un punto equidistante tra la costa siciliana e quella calabrese. A diposizione mezzi navali della Stazione Navale della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto, che vigileranno affinchè nessun natante interferisca con le operazioni in corso. In attività anche un mezzo navale dei Vigili del Fuoco, pronto ad intervenire in caso di necessità.

Spazio marittimo interdetto dalla Capitaneria e dall’Autorità Portuale, così come anche divieto di circolazione nel tratto cittadino compreso tra l’incrocio di Viale Boccetta/via Vittorio Emanuele e l’incrocio via Vittorio Emanuele/Viale San Martino. La viabilità è coordinata dal Corpo di Polizia Municipale. Le operazioni di bonifica e brillamento dell’ordigno si concluderanno a breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *