a

La Sicilia in tempo reale

 

FIBRA OTTICA: il sindaco De Luca ordina a Mondello di ordinare lo stop. “Lavori degni di porcilaie”

Messina, 19 febbraio 2019

Tanto segnalarono i cittadini ed i consiglieri che il sindaco De Luca si arrabbiò. Ed è così che con una lettera del vice sindaco Salvatore Mondello, il sindaco ordina di sospendere tutti i lavori di posatura dei cavi in fibra. Lavori “fatti male e degni di porcilalie” scrive il sindaco nel suo post di propaganda della sua scelta “senza se e senza ma” e così blocca i lavori degli unici cantieri aperti e funzionanti in città. Operai a casa dunque, anche se finalmente avevano trovato di che lavorare. Certamente è inammissibile che i cantieri aperti si chiudano con rattoppature dell’asfalto non consone. Certamente il traffico in tilt non aiuta una città da tempo in affanno viabile, ma da qui a sospendere i lavori ne corre.

Ma andiamo a cosa scrive il sindaco De Luca: “ORA CI SIAMO ROTTE LE SCATOLE ! Basta con questi lavori della fibra ottica degni delle porcilaie ! Stop !” così esordisce De Luca nel suo post e continua “Ora denunzie all’autorita’ giudiziaria e richiesta di risarcimento danni !
A seguito dell’ennesimo sopralluogo da parte del vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Salvatore Mondello sui luoghi in cui si lavora per la messa in opera della fibra ottica e sulla scorta delle innumerevoli segnalazioni che sono pervenute da parte di liberi cittadini e soggetti istituzionali, l’Amministrazione comunale ha dato mandato ai dipartimenti competenti di sospendere temporaneamente i lavori nelle more che vengano ripristinati “tutti i danni arrecati alla città”.” scrive il sindaco De Luca.
“A tal fine oggi, martedì 19, con una lettera indirizzata ai Dipartimenti comunali Lavori Pubblici, Patrimonio e Mobilità Urbana, al Comando della Polizia municipale e alla società Open Fiber SPA, facendo seguito alla precedente nota n° 58763 del 19/02/19, in cui sono stati evidenziati i disservizi creati dai lavori di scavo per la posa di reti telematiche, nonostante gli innumerevoli incontri, tavoli tecnici, comunicazioni per le vie formali e brevi, il vicesindaco Mondello scrive: ‘in considerazione dell’insostenibilità dei disservizi, si chiede ai Dirigenti indirizzo di sospendere tutte le attività, onerando la società in indirizzo di predisporre un quadro complessivo dei danni e un conseguente piano dei lavori di ripristino. Sarà possibile riprendere le attività soltanto dopo avere effettuato tutte le riparazioni derivate da una cattiva esecuzione dei lavori e comunque dopo preventiva autorizzazione da parte dei Dirigenti, che, a loro volta, sono onerati di una puntuale e rigida attività di controllo degli stessi’ conclude. Speriamo adesso che i cantieri possano riaprire dopo aver provveduto a quanto segnalato e che non si invischino in burocrazia sterile che terrebbe chiusi gli unici cantieri per opere pubbliche aperti in città. Potature a parte, si intende….

Post Tags
Share Post
Written by
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: