CSA – EX PROVINCE REGIONALI ESITO INCONTRO GOVERNO REGIONALE – DEPUTATI NAZIONALI – SINDACATI CSA

Palermo, 18 febbraio 2019 – Comunicato CSA

Dal vertice di oggi sulle ex province convocato dal Governatore Musumeci incassiamo, anche grazie alla piazza, due risultati certi: – Una sostanziale convergenza di tutta la deputazione nazionale sull’urgenza di garantire parità di trattamento fra le province siciliane e quelle del resto d’Italia; – l’impegno di Musumeci ad erogare con immediatezza le somme previste nel bilancio appena approvato (circa 112 mln) che rappresenteranno una boccata d’ossigeno per le casse degli enti e gli stipendi dei lavoratori. Dissentiamo dai provvedimenti che propone Anci Sicilia che lascerebbero fuori dalle possibili soluzioni enti importanti come Messina ed abbiamo invitato il governo regionale e la deputazione nazionale a verificare, già giovedì (previsto un vertice a Roma) la possibilità di soluzioni che risolvano alla radice il problema sia del 2018 che del futuro (ed in tal senso prendiamo atto dell’attenzione rivolta al ddl di sospensione del prelievo forzoso). Abbiamo chiesto con forza che la regione metta urgentemente mano al ridisegno delle funzioni convocando al più presto l’osservatorio ed abbiamo sottolineato l’urgenza di abrogare definitivamente l’art 2 della lr 27/2016 che rappresenta per noi la vera calamità normativa per gli enti ed i lavoratori.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: