Messina: Via Primo Settembre. Quest’isola è da riaprire subito

Messina, 7 gennaio 2019

Ecco come si presentava oggi alle 18:30:

Un bar, un tabacchi ed un negozio di prodotti per il benessere. Per il resto qualche panineria e una rosticceria. Va sempre peggio per i commercianti di quella porzione di strada transennata e chiusa dalla Giunta Accorinti che ha bloccato la Via Primo Settembre, in prossimità di piazza Duomo.

L’isola pedonale Duomo, così come battezzata dall”ex assessore Gaetano Cacciola, non è mai decollata. Anzi, con la delibera numero 457 del 2 luglio 2015 la giunta passata ha sancito la “morte commerciale” della zona senza alibi e senza soluzioni alternative. Doveva diventare una zona attrezzata, una piccola area adibita al passeggio di turisti che di lì non ci sono mai passati se non in autobus e mezzi che da quella via non dovrebbero proprio passarci. Così pian piano si è acuita la moria di attività commerciali, la transumanza di imprenditori che hanno dovuto mettere in atto un vero e proprio piano di fuga. Sono rimasti in pochi in via Primo Settembre, nell’inutile isola pedonale Duomo.

Ma non sono bastate due amministrazioni per accorgersi del danno arrecato e dell’inutilità ottenuta. Accorinti e De Cola hanno scelto, sentito pochi pareri, hanno chiuso e si sono incaponiti a lasciar chiuso. Durante l’ultima tornata elettorale il candidato sindaco Antonio Saitta aveva dichiarato “riaprirò l’isola pedonale Duomo”, ma l’esito elettorale è stato a lui sfavorevole. Oggi i pochi commercianti dell’area hanno avuto incontri interlocutori con De Luca e l’assessore al ramo, infruttuosi sembrerebbe fino ad oggi. Insomma, cambiano i nomi ma l’isola inutile resta sempre lì. E intanto la via è sempre più buia e con sempre meno vetrine accese.

Si riapra questa parte di strada, così come il sindaco De Luca avrebbe promesso . Aperta di giorno, eventualmente chiusa di sera.

Share Post
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: