a

La Sicilia in tempo reale

 

Terremoto Catania: le reazioni della politica

Roma, 26 dicembre 2018

“Seguiamo le notizie che ci giungono dalla #Sicilia orientale con grande attenzione. Siamo vicini alle comunità colpite dal #terremoto e un sentito ringraziamento va a chi in queste ore lavora per garantire alle popolazioni assistenza e sicurezza”. Così su Twitter il segretario regionale del Pd Sicilia, il senatore Davide Faraone.


“Grazie agli oltre 100 Vigili del Fuoco che da stanotte stanno lavorando fra le macerie dopo i crolli per il #terremoto in provincia di Catania. Fortunatamente non ci sono morti, solo feriti lievi. Vi terrò aggiornati, un pensiero agli sfollati e onore ai pompieri!”. Lo scrive in un tweet il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Sono in stretto contatto con la Protezione civile regionale, che si è subito attivata, e seguo costantemente il lavoro di ricognizione che si sta svolgendo nell’area etnea a seguito della forte scossa di terremoto di stamane”. Lo dichiara, in una nota, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, a seguito del terremoto di magnitudo 4.8, avvenuto alle 3.19, con epicentro tra Viagrande e Trecastagni. “Stiamo monitorando la situazione in tutti gli ospedali, ma – aggiunge il governatore – dai primi accertamenti non risultano danni alle persone, tranne alcune decine di contusi, ma soltanto ad alcuni fabbricati nella zona dell’epicentro e in quelle limitrofe. La Regione partecipa al tavolo di crisi che è stato convocato in Prefettura. Attendo l’assestamento delle operazioni per andare a fare visita ai luoghi. Siamo vicini alle comunità colpite e vogliamo ringraziare tutte le forze di Pronto intervento e i volontari che già nell’immediatezza del sisma si sono attivate per prestare assistenza alla popolazione”.

In questo giorno che per molti è di festa, siamo vicini alle comunità colpite dal terremoto. Un sentito ringraziamento a chi è al lavoro per garantire sicurezza e assistenza alle persone colpite”. Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, su Twitter.

“Tanta la paura a nord di #Catania. Un forte abbraccio ai siciliani colpiti, ai feriti e alle loro famiglie. Grazie a @Dpcgov e @emergenzavvf Forze dell’Ordine e a tutti i volontari al lavoro da questa notte”. Così, su Twitter, Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

“Col cuore a Catania per la forte scossa di terremoto di questa notte. Seguo con apprensione gli eventi. Un pensiero e un abbraccio agli amici siciliani, vi siamo vicini!”. Lo afferma su twitter il leader di Fi Giorgia Meloni.

“In queste ore di paura per le scosse di terremoto, sono vicino alla popolazione di Catania. Il mio pensiero va a chi ha dovuto lasciare la propria abitazione nella notte. Grazie a tutti quelli che stanno intervenendo con prontezza e spirito di sacrificio”. Così in un tweet il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti.

Vicino alle popolazioni del catanese per il #terremoto di stanotte. Seguo gli sviluppi in costante contatto con il capo del @DPCgov Borrelli e con il sottosegretario @vitocrimi Ringrazio la macchina dei soccorsi che si è subito mobilitata e auguro ai feriti una pronta guarigione. Lo scrive il premier Conte.

“Domattina sarò a Catania e insieme al nostro coordinatore regionale Manlio Messina visiteremo i luoghi colpiti dal sisma di questa notte. La città di Catania ha subito danni ed è invasa dalle ceneri vulcaniche. Al momento l’autostrada Messina – Catania è chiusa rendendo ancora più difficili i collegamenti. Sono necessari interventi urgenti e straordinari. Solleciteremo il Governo perché intervenga immediatamente e presenteremo un atto in finanziaria che lo impegni a stanziare risorse”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

“Sto seguendo l’evolversi della situazione delle zone colpite la scorsa notte dalle scosse di terremoto nel catanese. Invio un pensiero e un abbraccio ai feriti e alle famiglie sfollate. Un ringraziamento speciale a tutte le persone che si stanno impegnando per portare assistenza”. Lo scrive Pietro Grasso, senatore di Liberi e Uguali, su Facebook.

“Un risveglio traumatico in Sicilia. Vicina ai cittadini che nel catanese sono stati colpiti dal terremoto. Un ringraziamento particolare ai vigili del fuoco ed alle forze dell’ordine che stanno lavorando senza sosta da stanotte”. Lo scrive su Twitter il capogruppo di Forza Italia al Senato, Anna Maria Bernini.

Il Veneto è al fianco della comunità siciliana in questo momento di festa che si è tramutato in tragedia”. Lo dice il Presidente della Regione, Luca Zaia, che, sentito dall’ANSA, riferisce di essersi “già messo in contatto con il Capo della Protezione Civile Nazionale Borrelli” e di “aver messo a disposizione aiuti dal Veneto, qualora fossero ritenuti necessari”. “Ho sentito Borrelli stamattina, appena appresa la notizia del terremoto – riferisce Zaia – e con grande efficienza era già operativo in Prefettura. Gli ho garantito che le colonne mobile dei volontari sono pronte a partire dal Veneto in qualsiasi momento”

“È una giornata difficile con una città colpita da un terremoto e un uomo sotto protezione ucciso a colpi di pistola. Il senso dello Stato dovrebbe venir prima di ogni cosa e invece il ministro degli interni ci informa che fa colazione con la Nutella. Una vera vergogna”. Lo ha scritto su Twitter il Vice Presidente della Camera ed esponente Pd Ettore Rosato commentando il messaggio sui social del Ministro degli interni Salvini.

“Seguiamo con la massima attenzione gli sviluppi del terremoto nel catanese. Siamo in contatto con la protezione civile che è già operativa sul posto per assistere le popolazioni colpite dal sisma. ‬Un grosso abbraccio alle persone rimaste ferite”. Lo scrive su Twitter Francesco D’Uva, capogruppo M5S alla Camera.

“Con il cuore nel catanese. La Liguria è vicina alla Sicilia. #catania #terremoto #SantoStefano”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti manifesta stamani via twitter la vicinanza alle popolazioni colpite dalla scossa di terremoto in Sicilia.

“L’apparato affidato al sistema sanitario regionale, a partire dal numero unico di emergenza 112, ha operato in modo efficiente smistando oltre 190 interventi. Di questi, solo 40, per ragioni di salute”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Salute della Sicilia, Ruggero Razza, a margine dell’incontro in Prefettura a Catania, sull’emergenza terremoto. “Le altre richieste sono state immediatamente smistate ai vigili del fuoco – ha aggiunto- che stanno operando con grande impegno. Nei pronto soccorso non è giunto nessun ferito classificato con codice rosso, e tutti i codici gialli che hanno ricevuto assistenza non versano in gravi condizioni”. “La centrale operativa del 118 – ha concluso Razza- ha organizzato i turni di servizio per assicurare una più ampia copertura sia nella giornata odierna sia in vista della prossima nottata”. Razza che è in stretto contatto con il governatore dell’Isola, Nello Musumeci ha assicurato che “insieme alle associazioni di volontariato, croce rossa in testa, si valuterà costantemente ogni sviluppo della situazione”.

“Un pensiero di vicinanza alle popolazioni del catanese colpite dal terremoto per una ingente attività dell’Etna che ha causato feriti, evidenti danni, disagi e tanta paura”: è il messaggio del sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo alla comunità siciliana. “La Difesa – aggiunge – è presente e sempre pronta a impiegare i propri assetti a sostegno e supporto della popolazione”

“Catania, dopo questo nuovo evento sismico, ha bisogno di interventi concreti di ripristino e non di altre passerelle”. Lo afferma la senatrice catanese del Pd Valeria Sudano. “Ci sono tante famiglie in difficoltà – sottolinea la parlamento – che hanno bisogno del sostegno fattivo delle istituzioni. Un sentito ringraziamento invece va alla Protezione Civile per lo straordinario lavoro di queste ore, ai volontari ed ai soccorritori tutti”.

“Vicini ai cittadini e alle famiglie di Catania che stanno vivendo il dramma del terremoto. Grazie alla macchina dei soccorsi e alla Protezione Civile, grande forza italiana. Un abbraccio, siamo con voi”. Così, in un tweet, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

‘Mi sento confortato dalle notizie che giungono da Catania dove pare non vi siano vittime. Seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione e in particolare il rischio di un nuovo terremoto”. Lo scrive in un tweet il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano che aggiunge:”Un abbraccio ai miei corregionali. Coraggio”

“In queste ore la nostra solidarietà va ai feriti e ai tutti i cittadini colpiti dal terremoto che, questa notte, ha provocato crolli e criticità nella provincia di Catania. Seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione sul territorio. La macchina della protezione civile è già in moto per assistere tempestivamente la popolazione colpita. La priorità, ora, è quella di assicurare un tetto per la notte a coloro che hanno perso la propria abitazione o non possono rientrare in casa. In questi momenti, più che mai, siamo vicini ai nostri corregionali. Grazie di cuore ai soccorritori”. Lo affermano i portavoce siciliani del MoVimento 5 Stelle.

“Siamo vicini ai feriti e agli sfollati per la forte scossa di terremoto che ha colpito la zona di Catania. Un grazie alle donne e agli uomini della Protezione civile, delle forze dell’ordine e a tutti i volontari che si stanno prodigando senza sosta”. Lo ha dichiarato il presidente dei deputati Pd, Graziano Delrio

“Napoli e Catania sono città molto affini, in primo luogo ci uniscono i vulcani,Vesuvio ed Etna,le nostre montagne di vita eterna che insegnano anche la precarietà dell’esistenza umana. Esprimo la totale vicinanza partenopea alle popolazioni etnee e solidarietà ai Comuni colpiti”: lo scrive su twitter il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Con un tweet e un post su Facebook la squadra di calcio del Palermo ha espresso la propria vicinanza alle zone etnee colpite nelle ultime ore dal terremoto. Al di là del campanilismo e della rivalità sportiva, ancora una volta le due realtà siciliane si ritrovano unite sotto il segno della solidarietà come era accaduto a parti inverse in occasione della recente alluvione nel Palermitano. “L’U.S. Città di Palermo – scrive il club – esprime la propria solidarietà alle popolazioni della provincia di Catania colpite dal terremoto”.

“Il Movimento 5 Stelle è vicino alle popolazioni colpite dal sisma che ha colpito il catanese. Ora bisogna lavorare per mettere in sicurezza gli edifici danneggiati e per dare assistenza e rifugio agli sfollati”. Lo afferma la senatrice del M5S Tiziana Drago che insieme al consigliere comunale di Aci Sant’ Antonio e volontario della protezione Civile Giuseppe Finocchiaro ha visitato stamani i paesi alle pendici dell’Etna interessati dalla scossa di terremoto della notte scorsa. “Ho incontrato le persone dei luoghi più colpiti dal terremoto – Fleri, Pennisi, Santa Maria la Stella- i cittadini sono sotto shock. C’è molta paura e i danni, purtroppo, non sono pochi. Ci sono decine di persone fuori dalle loro abitazioni danneggiate, specie a Fleri e Santa Maria la Stella”, racconta la senatrice del Movimento che vive a Trecastagni, paese a pochi chilometri dall’epicentro del sisma. Ho avvertito anche io la scossa e ho subito capito che si trattava di una scossa di una forza inconsueta”, spiega la Drago. “La Protezione Civile, solo nel territorio di Aci Sant’Antonio ci segnala 35 famiglie sfollate. In attesa di una stima dei danni ringrazio la Protezione Civile, i vigili del fuoco e tutte le forze dell’ordine a lavoro per aiutare la popolazione”, aggiunge la deputata del M5S

Post Tags
Share Post
Written by
No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: