Messinambiente: E’ il giorno del fallimento?

Messina, 7 novembre 2018

E’ il giorno in cui il creditore, Messina Ambiente, dovrà illustrate le proprie ragioni innanzi al giudice che potrebbe, con molta probabilità, emettere la sentenza tombale per la partecipata da tempo immemorabile in liquidazione. E’ l’ultimo atto della procedura che ha visto bocciata la proposta concordataria dai creditori più rilevanti di Messinambiente: INPS ed Agenzia delle Entrate. Un debito stratosferico di circa 100 milioni di euro che trascinerebbe nel baratro la bad company congelata da Accorinti e con essa probabilmente anche la Messina Servizi. Il Comune infatti dopo il fallimento di Messina Ambiente non sarebbe più autorizzato per cinque anni a costituire società partecipate con lo stesso oggetto sociale della società fallita. Ma le ripercussioni le valuteremo solo nel caso in cui il fallimento ci fosse davvero. Attesa dunque la sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *