Salva Messina – De Luca “SERVIZI SOCIALI: nessun taglio e nessun licenziamento. Smontato il castello accuse di CGIL e UIL”

Nuovo modello di gestione “in house” e internalizzazione servizi coop e stabilizzazione a tempo indeterminato personale. Scongiurata chiusura Casa Serena

Messina, 27 ottobre 2018

E’ Tonino Genovese, segretario generale della CISL Messina a chiedere al sindaco De Luca di fare chiarezza nel settore dei tagli annunciati e sbandierati da CGIL sul tema dei servizi sociali. E De Luca spiazza tutti, per primi i sindacati: “Non ci sono tagli nei servizi sociali” annuncia De Luca “nessun ridimensionamento dei servizi, né dei salari dei lavoratori”. La notizia è importante e se confermata con i dettagli nella giornata di oggi di fatto “smonta” il castello accusatorio di CGIL e UIL, quello riportato, per intenderci proprio sul volantino che annuncia la manifestazione di piazza prevista per il 31 ottobre prossimo venturo.

Ma come ha fatto De Luca? Dal documento “Salva Messina” è cambiato il valore della riduzione dei trasferimenti previsti per i Servizi Sociali che dal taglio del 50% previsto, che faceva ridurre le risorse da 19 milioni circa a soli 10 milioni, De Luca annuncia che l’amministrazione sarebbe riuscita a ridurre il taglio a 7 milioni di euro. Ma c’è di più: De Luca annuncia che il taglio verrà ancora di più ridotto grazie alla compensazione permessa dal reperimento di risorse extrabilancio che permettono di abbassare di molto l’entità del taglio fino a ridurlo a valori quasi irrilevanti. Ciò significa “niente tagli sui Servizi Sociali e niente licenziamenti, anzi grazie alla gestione in house del nuovo modello che verrà spiegato nella giornata di domani (oggi ndr), un modello che prevede l’internalizzazione dei servizi oggi svolti dalle cooperative mediante stabilizzazione a tempo indeterminato del personale. Quindi nessun licenziamento”.

Anche per Casa Serena previsti “ampliamenti dell’offerta”. Dunque sarebbe scongiurata la chiusura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *