Caro Benzine Eolie – Consumatori associati presenta esposto all’Antitrust ed annuncia class action sui trasporti marittimi

Messina, 24 ottobre 2018

L’avvocato Ernesto Fiorillo, presidente nazionale di Consumatori Associati, unitamente all’avvocato Francesco Fiorillo ed alla presenza del magistrato della Corte d’Appello, dottor Angelo Giorgianni, hanno presentata stamane alla stampa nella sala ovale di Palazzo Zanca il contenuto dell’esposto presentato dall’Associazione all’Antritrust contro l’ipotesi di cartello o di tacito accordo che potrebbe sussistere sui prezzi praticati sulle benzine nelle isole Eolie.

Dopo diverse segnalazioni che ci sono pervenute dai residenti di Lipari e di altre isole delle Eolie – spiega l’Avvocato Ernesto Fiorillo – il Consiglio Direttivo di Consumatori Associati, riunitosi in seduta straordinaria lo scorso 10 ottobre, ha valutato le circostanze riferite direttamente all’Associazione, ed il contenuto dell’esposto del dott. Angelo Giorgianni, ed ha deliberato di intervenire direttamente a fronte del comportamento tenuto dai distributori per ottenere le sanzioni dovute per legge ed i provvedimenti necessari per garantire la libera concorrenza. Dai documenti raccolti è evidente che nel periodo estivo nelle Isole Eolie vengono applicati prezzi esagerati dai distributori, anche superiori di 40 centesimi rispetto a quelli della terra ferma. Siamo quindi intervenuti nell’interesse dei consumatori presentando questo esposto e chiedendo di far cessare immediatamente qualunque attività lesiva da parte dei distributori di carburante. Chiediamo, altresì, alle Autorità Garanti di elevare multe, ammende o condanne del caso, e ci riserviamo di promuovere, quando possibile, una Class Action”.

Presente all’incontro anche il giudice Giorgianni che ha espresso soddisfazione per l’attenzione prestata dall’associazione alla sua iniziativa cominciata con un esposto che sta procedendo nella sua strada giudiziaria.

Ma l’operato di Consumatori Associati andrà ben oltre con la raccolta di firme già in atto da parte di un’associazione di residenti nelle Isole Eolie sulla presenza di amianto sulle navi che garantiscono i trasporti marittimi ed i collegamenti. “Servizi che accumulano ritardi e con mezzi saturi di amianto e pertanto non sicuri per la salute umana” ha concluso il Presidente Ernesto Fiorillo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *