“SALVA MESSINA”, LA CISL HA INCONTRATO I LAVORATORI DEI SERVIZI SOCIALI.

«RACCONTIAMO LA VERITÀ AI LAVORATORI. IL VERO CONFRONTO NEL MERITO INIZIA ADESSO»

Messina, 19 ottobre 2018

Un confronto schietto e leale sulla posizione assunta durante il dibattito con il sindaco Cateno De Luca sul “SalvaMessina”. La Cisl incontra i lavoratori dei servizi sociali in una affollatissima e partecipata assemblea organizzata dal sindacato e dalla Cisl Funzione Pubblica per evidenziare tutti gli aspetti emersi al tavolo delle trattative. Alla presenza del segretario nazionale e reggente della Federazione messinese del Pubblico Impiego, Gigi Caracausi e del segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese, è stato fatto il punto sulle strategie della Cisl finalizzate alla salvaguardia dei posti di lavoro.
«La posizione della Cisl va espressa, raccontata – hanno detto Gigi Caracausi e Tonino Genovese – Dire la verità è doveroso nei confronti dei lavoratori e necessario nel momento in cui si sono messe in giro tante voci dissonanti che hanno distorto la verità raccontando cose non vere. Il nostro obiettivo è quello di salvaguardare il diritto al lavoro e dei servizi sociali efficienti a questa città. Abbiamo deciso di spiegare tutto con chiarezza ai lavoratori per evitare che ci possano essere interpretazioni diverse».
Lavoratori che hanno espresso le loro preoccupazioni durante la riunione tenutasi nel saloncino della Cisl Messina. «Abbiamo riscontrato anche sorpresa per certi aspetti perché avevano sentito campane dissonanti – hanno spiegato ancora Caracausi e Genovese – I lavoratori temono di perdere il posto o che il servizio possa essere ridotto. L’alternativa, però, oggi, è molto grave, ovvero quella di una interruzione del servizio e del default del Comune. Non possiamo permetterlo, ci vogliono soluzioni che garantiscano i posti di lavoro, i servizi e la sopravvivenza del Comune di Messina. I servizi sociali sono un settore delicato perché toccano parte più debole della società e per questo sono al primo posto del nostro interesse. Abbiamo aperto un canale con questo sindaco e grazie a questo canale vogliamo giocarci tutte le possibilità per trovare delle soluzioni, magari utilizzando i fondi extra europei che sono una fonte solitamente trascurata ma consistente per modernizzare tutto il settore. Il lavoro nel confronto con il sindaco inizia adesso – hanno concluso – e si protrarrà sino alla conclusione del piano di riequilibrio che speriamo salvi Messina, i lavoratori, la comunità e i servizi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *