Teatro Vittorio Emanuele di Messina – Fistel Cisl: “Cronaca di una morte annunciata”

Messina, 8 ottobre 2018

Piu’ che la trama di un melodramma è la tragedia del teatro Vittorio Emanuele di Messina.
Incompetenza della dirigenza, immobilismo della regione siciliana e un’amministrazione comunale che ha problemi molto più importanti a cui pensare, hanno creato tutte le condizioni per aggravare il morbo che negli anni ha inesorabilmente incancrenito il teatro.
Tutti sanno cosa fare per il suo futuro, idee chiare e prospettive di rilancio a lungo termine ( quasi ci siamo emozionati a sentirli parlare ),
quanto ci sarebbe piaciuto che una telecamera avesse immortalato le perle di saggezza del sovrintendente Bernava o i monologhi dell’assessore regionale al turismo Sandro Pappalardo ………
Fiumi di parole, di promesse ecco alcuni esempi :

“Io ho fatto di più …..
“Io so tutto ………
“Io ho la soluzione …….
“Tu non sai nulla …….
“Tu hai sbagliato …….
“Lui ha la colpa ……..
Certo, proprio toccanti non sono ma rendono l’idea.

Forse ancora per qualcuno, non è chiaro che questi personaggi oggi hanno bloccato le attività al teatro Vittorio Emanuele da mesi nel silenzio più assoluto e questo ci fa pensare che forse non c’è l’ interesse di tenerlo ancora aperto.

In poche parole “SONO RIUSCITI A FAR MORITE IL TEATRO”, ma la cosa più grave è che nessuno se ne è accorto tranne chi si emozionava a suonare in quel tempio e gli ultimi abbonati che sperano ancora nel miracolo.
Oggi la Fistel Cisl non vuole denunciare per l’ennesima volta l’incompetenza di chi potrebbe fare qualcosa, ma dichiara a questo punto che non facciano piu nulla, per non fare ancora più danno.

La segreteria Regionale
Fistel Cisl Sicilia
Il Segretario Antonio D’Amico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *