MESSINA STREET FOOD FEST: DA GIOVEDI’ 11 A DOMENICA 14 A PIAZZA CAIROLI

Messina, 8 ottobre 2018

Da giovedì 11 a domenica 14 si terrà a Piazza Cairoli la seconda edizione di Messina Street Food Fest, manifestazione dedicata al cibo di strada promossa ed organizzata da Confesercenti Messina in partnership con il Comune di Messina e con il patrocinio della Città Metropolitana di Messina e della Camera di Commercio. Il primo appuntamento ha registrato nell’ottobre scorso oltre 50 mila presenze e quest’anno si arricchisce di un fine benefico e di nomi di spicco della ristorazione siciliana, che hanno accettato l’invito dell’organizzazione a partecipare alla kermesse. Saranno 13 gli show cooking ospitati nell’ampia tensostruttura montata al centro di Piazza Cairoli. Il tema scelto per questa seconda edizione è il territorio. Gli chef racconteranno infatti la ricchezza della Sicilia attraverso i prodotti dell’isola. Così, mentre tutto intorno si celebrerà il tanto amato street food, al centro della piazza si esibiranno grandi chef, anche stellati.Si comincia giovedì 11 con l’inaugurazione alle ore 18 e l’apertura al pubblico delle casette del food. Alle 19 il primo show cooking, quello di Pietro D’Agostino, chef patron del ristorante “La Capinera” di Taormina, una stella Michelin, che esprimerà la ricchezza della cucina siciliana con la sua creatività e proporrà il piatto chiamato “Corallo”, con gambero rosso di Mazara e funghi porcini dell’Etna. Alle 21 il secondo show stellato, con lo chef palermitano Giuseppe Biuso, una stella Michelin del Ristorante “Il Cappero” del Therasia Resort di Vulcano, che proporrà un’inedita versione del “Bianco mangiare” con seppia, patate, caciocavallo dei Nebrodi e mandorle di Noto.

Gli show culinari di venerdì 12 prenderanno il via alle 18.30. Ai fornelli Ambra Gigante chef del Ristorante “I Ruggeri” di Messina, che preparerà una ricetta originale e innovativa, già in carta nel ristorante messinese, “il gambero rosso a beccafico”. Alle 20 si esibirà Seby Sorbello, chef patron del ristorante Sabir Gourmanderie di Zafferana Etnea, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e presidente nazionale di F.I.C. Promotion, molto conosciuto anche per importanti iniziative come Cibo Nostrum, di cui è organizzatore con Pietro D’Agostino. Sorbello racconterà l’evoluzione dell’arancino e ne proporrà 3 differenti tipologie. A chiudere la serata, alle 21.30, il palermitano Giovanni Lullo, chef del ristorante Cortile Pepe di Cefalù, formatosi alla scuola del tristellato Niko Romito, che proporrà il piatto “Il polpo e le panelle”.

Sabato 13, a partire dalle 12, si potrà assistere agli show cooking dell’Associazione Italiana Celiachia, sezione di Messina. Lo chef Giuseppe Conti del Ristorante “Il Torrente” di Capo d’Orlando preparerà le “Tagliatelle gluten free al profumo selvatico”. Alle 18.30 sarà la volta dell’Istituto Alberghiero Antonello che anche quest’anno ha rinnovato la sinergia con Messina Street Food Fest. Una rappresentanza di studenti coordinati dai docenti sarà coinvolta in alcuni momenti dell’evento nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro. In rappresentanza della scuola ci sarà il prof. Nino Iannazzo che mostrerà la preparazione della “Cassata di ricotta al forno con cremoso al cioccolato”, abbinato al cocktail “Essenza di Sicilia” realizzato dal prof. Porco. Alle 20 e alle 21.30, spazio a due grandi classici rivisitati con estro dagli chef Roberto Toro, executive chef del Grand Hotel Timeo di Taormina che preparerà il “Baccalà sfogliato alla ghiotta”, e Paolo Romeo, executive chef del ristorante Grecale di Messina che proporrà un’innovativa versione del “pane cunzato” abbinato al gelato gastronomico.

Domenica 14, si comincia alle 11, con gli ambasciatori del Gusto messinesi Francesco Arena, Pasquale Caliri e Lillo Freni, che puntano a sorprendere il pubblico con 3 ricette al mojto, preparate con gli stessi ingredienti, riso 100 per cento siciliano, ricotta e menta. Nel pomeriggio, a partire dalle 18.30, si esibiranno gli chef Giuseppe Raciti del ristorante Zash Country Boutique Hotel di Riposto, con una nuova rivisitazione della “Parmigiana in carrozza con porcini dell’Etna”. Alle 20, Licia e Nunzio Campisi del ristorante Antica Filanda di Caprileone, padre e figlia accomunati dalla stessa passione per la cucina, racconteranno il territorio nebroideo attraverso uno dei suoi prodotti tipici, il maialino nero allevato nei territori del Parco. I Campisi proporranno al pubblico un piatto che celebra l’autunno, la “Spalla di maialino nero farcita di castagne”. Alle 21.30 toccherà a Natale Giunta, volto de “La Prova del Cuoco” di Raiuno, chef patron del ristorante “Il Castello a mare di Palermo, abbassare il sipario sulla II edizione del Messina Street Food Fest con l’ultimo show culinario in cui realizzerà un “Macco di fave, guanciale di cinta senese, pane fritto, gambero rosso”.

La grande novità è che l’intero ricavato dei cooking show verrà destinato a tre partner solidali. A fronte di una piccola donazione sarà possibile prenotare il proprio posto all’interno dell’area riservata, assistere alle preparazioni live degli chef e degustare il piatto in abbinamento a vini e bevande siciliane. Il ricavato degli show cooking di venerdì 12 andrà al Cirs, che si occupa del reinserimento di donne in difficoltà, quelli di sabato 13 in favore della onlus Autismo che accoglie ragazzi colpiti da questa grave patologia, e infine il ricavato di quelli di domenica 14 andrà alla Fondazione Aurora onlus Centro Clinico Nemo Sud, per la presa in carico delle persone con malattie neuromuscolari.
Avviata da oggi, lunedì 8, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30, nell’info point allestito per l’occasione sul lato monte di Piazza Cairoli, la prevendita dei ticket degustazione della seconda edizione. Per prenotare il posto e assistere agli show basta contattare il Cirs Messina tel. 090-40820, onlus Autismo tel. 0942-717062, oppure il Centro Clinico Nemo Sud tel 340-3362791. Gli show cooking, come per la prima edizione, verranno condotti dalla giornalista e food blogger di rossettoecioccolato.net Valeria Zingale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *