Stretto: Toninelli ribadisce trasporti garantiti. Incontra dipendenti Liberty “un ricatto ai lavoratori”

REGGIO CALABRIA, 1 OTT – “Sui collegamenti veloci nello Stretto di Messina la prima incombenza che abbiamo voluto affrontare è risolta, quella di permettere ai cittadini, pendolari e studenti, di transitare giornalmente tra le due sponde dello Stretto”. A dirlo è stato il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli che, a Reggio Calabria, ha incontrato una delegazione di lavoratori della Liberty Lines, la società che gestiva il servizio il cui contratto non è stato rinnovato dal Governo.
“Questi servizi – ha aggiunto Toninelli – verranno mantenuti come prima, con gli stessi costi e gli stessi tempi”.
In merito ai 72 lavoratori che rischiano di perdere il posto, Toninelli ha detto che il problema andrebbe affrontato “con serietà e non con il ricatto che purtroppo sembra essere fatto ai lavoratori. Non è possibile che vengano proposti costi del triplo. Noi avremmo voluto acquisire i dipendenti di Liberty Lines ed affittare i mezzi, ma non possiamo farlo perché siamo lo Stato e dobbiamo rispettare gli interessi pubblici. Non avremmo potuto accettare costi molto onerosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *