BARACCHE: da almeno sei anni abbandonato a sé stesso in una bomba igienico sanitaria. “Sindaco De Luca aiutami!”

Per il caso del signor Minutoli, De Luca in qualità di sindaco e di prima autorità igienico sanitaria di Messina, dovrebbe intervenire immediatamente, senza se e senza ma.

Messina, 14 SET – Eravamo già venuti in questa casetta del Rione Taormina, ed eravamo rimasti scioccati dalla situazione di grave carenza igienico sanitaria in cui vive il signor Minutoli. Quest’uomo è nato qui, in queste casette risalenti alla fine degli anni 40 che hanno preso il posto delle vecchie baracche del 1908.

LA STORIA DI MINUTOLI

Qui è nato, qui si è sposato e qui è stato abbandonato dalla moglie e dal figlio. Vive, anzi sopravvive in uno stato di indigenza assoluta. Eravamo venuti a vedere la sua “casa” circa 8 mesi fa. Da allora l’unica cosa che è cambiata è che riceve ogni giorno un pasto, il pranzo, dai servizi sociali.

Non riesce più a camminare Minutoli, non può lavarsi, viste le condizioni del bagno, fa abuso di alcol e non getta nulla di ciò che produce come rifiuti. I vicini di casa sono allarmati. La casetta in cui abita sta diventando, anzi già lo è, una vera e propria bomba igienico sanitaria, peraltro abbondantemente innescata.

RISCHIO CROLLO

La casetta in cui abita il signor Minutoli è a rischio crollo: i muri sono lesionati, le travi portanti hanno il ferro dell’intelaiatura in cemento armato a vista e lesionata. Potrebbe cadergli sulla testa da un momento al’altro. Così non è solo Minutoli a chiedere aiuto ma anche i suoi vicini che non possono più vedere le condizioni di quest’uomo sempre più aggravarsi. Così l’appello è al sindaco De Luca: “Sindaco aiutami tu”, dice Minutoli.

IL “PROVVISORIO” DEFINITIVO

Le condizioni in cui vive Minutoli sono forse tra le peggiori viste nei rioni popolari dove sorgono queste casette, le palazzine ed i tuguri in amianto che hanno sostituito le vecchie baracche del 1908. Tutte costruzioni che di volta in volta sono state dichiarate “provvisorie”. Ma in Italia si sa, quel che è provvisorio diventa definitivo.

Per il caso del signor Minutoli, De Luca in qualità di sindaco e di prima autorità igienico sanitaria di Messina, dovrebbe intervenire immediatamente, senza se e senza ma.

4 pensieri riguardo “BARACCHE: da almeno sei anni abbandonato a sé stesso in una bomba igienico sanitaria. “Sindaco De Luca aiutami!”

  • settembre 14, 2018 in 10:49 am
    Permalink

    Capisco tutto ma quandu si loddu si loddu…

    Risposta
  • settembre 14, 2018 in 11:24 am
    Permalink

    normal che dovrebbe intervenire ma per una struttura sanitaria non certo per un alloggio che a mio modesto parere lo ridurrebbe come la baracca scusate la mia

    Risposta
    • settembre 14, 2018 in 8:28 pm
      Permalink

      salve se il signore verrà aiutato non penso ridurrà dinuovo il quel modo la casa e poi le dico una cosa noi parliamo che secondo lei non dovrebbero dargli la casa x l igiene e quelli che non hanno soldi come fanno a mantenere un alloggio dicono in un video che hanno pochi soldi x la rei penso e nessuno lavorava come fanno?

      Risposta
  • settembre 14, 2018 in 4:03 pm
    Permalink

    Quannu unu é loddu é loddu…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *